12 novembre 2019
Aggiornato 14:30
Formula 1

«Non licenziate Arrivabene»: lo difende pure Vettel

Il team principal della Ferrari rischia di diventare il capro espiatorio per gli ultimi disastri e di essere sostituito dal direttore tecnico Mattia Binotto. Ma la squadra fa scudo al suo leader

Formula 1 | Intervista esclusiva per il Diario Motori

I campioni secondo Mazzola: «Vettel impulsivo, Schumacher pilota di uomini, Rossi si diverte»

Ai nostri microfoni lo storico responsabile della squadra test Ferrari nell'era Schumi, che nel suo ultimo libro «Avanti tutta» spiega come si tirano fuori le prestazioni dalle macchine e dalle persone: «Questi atleti, quando sono in macchina, capiscono davvero cos'è la felicità, l'essenza umana»

Formula 1 | Il caso

La ruotata di Vettel divide il mondo dei motori. E pure Valentino Rossi lo difende

È stato l'intervento diretto del presidente della Federazione Jean Todt, che ha messo il suo impegno per la sicurezza davanti al suo amore per la Ferrari, a riaprire l'inchiesta e la polemica. Ma i commissari di gara e i suoi colleghi piloti sostengono che il campione tedesco sia stato già punito a sufficienza

Quindici anni dopo un altro campione tedesco porta in alto la Rossa

La Ferrari di Vettel è forte come quella di Schumacher: ecco perché

Era dai tempi di Michael che il Cavallino rampante non cominciava così bene un Mondiale. Merito di una macchina gentile con le gomme, dei tecnici aggressivi al muretto e veloci nello sviluppo e di un pilota cattivo in pista e maturo fuori

Formula 1

Ufficiale: Paddy Lowe passa dalla Mercedes alla Williams

Il direttore tecnico che ha portato le Frecce d'argento alla vittoria degli ultimi tre Mondiali consecutivi torna nella squadra con cui iniziò la sua carriera in Formula 1, sviluppando le sospensioni attive che rivoluzionarono le monoposto

Si apre il dibattito sull'avvenire del Mondiale

Così Ross Brawn vuole salvare la Formula 1: «Cambiamo il format di gara»

L'ex direttore tecnico di Ferrari e Mercedes è l'uomo che dovrà disegnare i regolamenti del futuro: «Penso ad esempio a due manche più brevi al posto di un lungo GP. Ma vorrei prima sperimentarle in una corsa fuori campionato»

Colpa dell'atmosfera a Maranello che è diventata invivibile

Ferrari, è emergenza ingegneri: i migliori se ne vanno e non ne arriva nessuno

Solo ieri due ex si sono accasati alla concorrenza: il direttore tecnico James Allison alla Mercedes e il capo aerodinamico Dirk de Beer alla Williams. E intanto il presidente Sergio Marchionne non assume nessun rimpiazzo

L'offerta delle Frecce d'argento tenta il campione tedesco

Ferrari al bivio: se non vince, Sebastian Vettel va in Mercedes

Dalla competitività che saprà garantire nel 2017 dipende tutto il futuro prossimo della Rossa. O sfrutterà il cambio regolamentare per realizzare una monoposto vincente, oppure il suo pilota leader potrebbe stufarsi di aspettare

Nuovi proprietari per la categoria regina delle corse automobilistiche

Rivoluzione F1: gli americani cacciano Ecclestone e levano soldi alla Ferrari

Come cambia il Mondiale a quattro ruote acquistato dal colosso statunitense Liberty Media: finisce il quarantennale regno di patron Bernie e i premi in denaro alle scuderie saranno riequilibrati, a danno della Rossa di Maranello

A tre anni dall'incidente, la sua è un'eredità immensa in F1

Ross Brawn: «Ferrari e Mercedes devono molto a Michael Schumacher»

Lo storico ingegnere inglese, direttore tecnico del campione tedesco alla Benetton, alla Rossa di Maranello e alle Frecce d'argento: «A Stoccarda ricreò quel sistema vincente che aveva portato al successo il Cavallino rampante»

Resta il mistero sulle condizioni della leggenda della F1

Nessun «segnale incoraggiante» per Schumacher: Brawn fa retromarcia

Lo storico direttore tecnico del campione tedesco si è rimangiato le dichiarazioni delle scorse settimane in cui aveva lasciato aperta la speranza di un suo recupero fisico: «Ma restiamo speranzosi di rivedere il Michael che conoscevamo»

L'uomo della provvidenza rossa viene dal passato

Rory Byrne, un grande ex dell'era Schumacher firma la Ferrari 2017

Il progettista sudafricano, artefice delle Rosse iridate degli anni 2000 ma ormai 72enne, è stato richiamato a Maranello per sovrintendere il cruciale progetto della monoposto del prossimo anno. Come sempre accade nei tempi di crisi

La diagnosi dei ferraristi del passato

Ferrari, ascolta i tuoi grandi ex: «C'è un motivo se la Rossa non vince»

Ross Brawn, direttore tecnico nell'era Schumacher, individua le colpe della crisi nel comportamento del presidente Sergio Marchionne e nella mancanza di fiducia in Maurizio Arrivabene. E Fernando Alonso lo aveva già previsto...

Lo sfortunato campione sta un po' meglio

Ross Brawn: «Da Michael Schumacher segnali incoraggianti»

Le ultime notizie sulle condizioni di salute della bandiera della Ferrari arrivano dal suo storico direttore tecnico: «Sono circolate molte voci, la maggior parte false. Ma ci sono dei progressi e speriamo di vederne sempre di più»

Un grande nome a capo della categoria regina dell'automobilismo

Il regno di Bernie Ecclestone in F1 sta per finire: arriva Ross Brawn?

L'ex direttore tecnico di Ferrari e Mercedes avrebbe firmato il contratto per diventare il nuovo capo del Mondiale. Sarà chiamato a disegnare i regolamenti del futuro, per tornare a vedere spettacolo e combattimenti in pista

Non solo piloti: c'è anche il mercato degli ingegneri

La Ferrari punta al colpaccio: strappare l'uomo chiave alla Mercedes

Tornano in auge le voci secondo cui il presidente Sergio Marchionne starebbe corteggiando il direttore tecnico delle Frecce d'argento, Paddy Lowe, ancora senza contratto per il 2017. Vettel: «Dobbiamo ragionarci sopra»

Venticinque anni di Schumi

Ross Brawn: «Il tragico destino di Michael Schumacher»

A un quarto di secolo dal suo indimenticato debutto in Formula 1, il direttore tecnico che fu suo braccio destro in Benetton, Ferrari e Mercedes racconta la carriera del Kaiser. E la sua situazione attuale: «La vita è crudele»

La soluzione di Maurizio Arrivabene

Nessun nuovo direttore tecnico: ecco cosa ha deciso la Ferrari

Dopo i «no» dei sostituti prescelti di James Allison, come Ross Brawn e James Key, la Rossa ha optato per una riorganizzazione interna: al posto di un unica guida ingegneristica, una struttura più orizzontale e democratica.

La trattativa clamorosa della Rossa

Ferrari, serve un direttore tecnico: perché non rubarlo alla Mercedes?

L'ultima ideona di Sergio Marchionne: per sostituire il dimissionario James Allison, strappare al diretto rivale il leader degli ingegneri, Paddy Lowe. Un uomo che ha il perfetto identikit per guidare e coordinare la struttura di Maranello

Il video-editoriale per il Diario Motori

Corgnati: Ferrari in crisi tecnica? Colpa (anche) di Marchionne

L'addio del dt James Allison apre la ricostruzione dello staff di ingegneri a Maranello. Ma prima di tutto serve un boss alla Ross Brawn, con il potere di prendere decisioni autonome e la fiducia totale del presidente

Terremoto ai vertici del Cavallino rampante

Ferrari, i veri motivi dell'addio del direttore tecnico James Allison

Non solo il dramma familiare vissuto dopo la prematura scomparsa della moglie. Dietro al divorzio dell'ingegnere inglese da Maranello, secondo i ben informati, ci sarebbero anche profondi contrasti con il presidente Sergio Marchionne

La riorganizzazione interna al Cavallino rampante

Ross Brawn rifiuta l'offerta Ferrari: «Vi dico io cosa deve fare la Rossa»

Il grande ex che Sergio Marchionne aveva scelto personalmente per ridisegnare il reparto tecnico di Maranello risponde «no, grazie». Ma indica la strada migliore per il futuro: «Tenete James Allison, è un dt vincente»

L'ingegnere che potrebbe riportare la Rossa al successo

Ross Brawn, l'uomo che salverà la Ferrari è un grande ex

Sergio Marchionne rivuole a tutti i costi a Maranello il direttore tecnico dei Mondiali di Schumacher. Stavolta da super-consulente per lo sviluppo delle monoposto. Riuscirà a convincerlo, ora che si sta godendo la meritata pensione?

I piani futuri della Rossa

La Ferrari ruba il boss tecnico alla Mercedes?

Se non dovesse convincere Ross Brawn, il presidente Sergio Marchionne punta a riportare a Maranello un altro grande ex direttore tecnico: Aldo Costa, oggi ingegnere capo delle frecce d'argento. E a promuovere l'attuale dt Allison.

Un nuovo team principal in arrivo?

Il boss Ferrari rischia il posto. E c'è già il sostituto

Sergio Marchionne, che ora oltre a presidente è anche ad, ha perso la pazienza. E, se la Rossa non vince, il primo imputato è Maurizio Arrivabene. Secondo voci di paddock, potrebbe prendere il suo posto un grande ex

Rivoluzione in vista

Oggi si decide il futuro della Formula 1

Si riunisce a Ginevra lo Strategy group della Federazione, incaricato di scrivere il nuovo regolamento tecnico dal 2017 in poi. La proposta prevede motori più potenti e telai che sviluppino più carico aerodinamico

Nuovo ingaggio tecnico

L'ex progettista delle Ferrari di Schumi riparte da fondo griglia

Nikolas Tombazis, storico capo progettista della rossa di Maranello cacciato senza troppi complimenti lo scorso anno, torna in Formula 1. E lo fa nel modo più umile: ricominciando la sua carriera dalla cenerentola Manor

A due anni dal dramma

Schumacher, il suo storico boss «continua a sperare»

Ross Brawn, direttore tecnico del leggendario pilota tedesco per quasi tutta la sua carriera, nonché suo caro amico, va spesso a visitarlo nella sua casa svizzera, ormai trasformata in una clinica privata per favorire il suo difficile recupero dall'incidente sugli sci

La prima intervista

Montezemolo commosso per Schumi: «Poteva tornare in Ferrari»

L'ex presidente della rossa si racconta in una lunga intervista a Sky. E quando si parla del 'suo' campione, si lascia andare: «Mi viene un groppo alla gola». Poi confessa un retroscena inedito: «Il suo ritorno fu bloccato da un incidente»

Il rilancio rosso visto dagli occhi dell'ex tecnico ferrarista

Mazzola: «La Ferrari torna a vincere grazie al lavoro di squadra»

Lo storico responsabile della squadra test del Cavallino rampante al DiariodelWeb.it: «Maurizio Arrivabene ha insegnato (di nuovo) a Maranello cosa vuol dire lavorare tutti insieme per un unico obiettivo. Proprio come fece Ross Brawn»

L'analisi delle qualifiche del Gran Premio di Malesia

Il giallo: Ferrari all'attacco o Mercedes al risparmio?

Ma sono le frecce d'argento che non stanno spingendo al massimo la loro vettura? O è la rossa che si è davvero avvicinata? Nel paddock girano strane voci, ma la chiave per capire questi risultati sta nella mentalità delle squadre