18 aprile 2019
Aggiornato 22:00
Crisi libica

Libia, ucciso il leader di al Qaida nel Fezzan

Le forze del generale Khalifa Haftar dispiegate nel Sud della Libia hanno annunciato di aver ucciso il leader di al Qaida, Abu Talha Al Libi. Intanto il leader dei Tuareg del Fezzan chiede l'intervento dell'ONU

Relazioni internazionali

Libia, Gentiloni: «Speriamo in elezioni entro il 2018»

Il premier: «l'Onu sta spostando la situazione in un contesto migliore, intanto assicurare un assetto transitorio più stabile e un consenso più largo tra le parti»

Lotta alla criminalità organizzata

Salvini: «Saviano vale zero, scorta inutile»

Il leader della Lega: «I grandi scrittori secondo me sono altri e gli uomini che combattono la Camorra in trincea sono altri e non vanno in televisione a fare i fenomeni»

Rivolta in Libia

Alfano: «crisi libica non è partita di Serie B»

«Sono contrario ad ogni derby tra rigore e umanità, tra regole e solidarietà, tra sicurezza e diritti umani» ha detto oggi il ministro degli Esteri Angelino Alfano all'inviato speciale dell'Onu per la Libia, Ghassan Salamé

Immigrazione

Ecco cosa si sono dette la C-Star e Sos Méditerranée

La C-Star, la nave nera, affittata da militanti europei di estrema destra per lottare contro il traffico di migranti al largo della Libia, ha accusato un'organizzazione non governativa di essere un fattore d'attrazione per i trafficanti di esseri umani

Libia

Libia, il figlio di Gheddafi: Italia fascista, ripete lo scenario Nato

Saif al Islam, figlio del defunto leader libico Muammar Gheddafi, ha accusato l'Italia di una politica coloniale e fascista verso la Libia, ricordando che è stata l'Italia a rovinare i rapporti con Tripoli consentendo agli aerei della Nato di partire dalle proprie basi, nel 2011

Macron Napoleon

Il generale Haftar minaccia di cannoneggiare le navi italiane: l'uomo forte dei francesi in Libia alza la posta

Fino a pochi mesi fa il generale Haftar era uno sconosciuto, ai più, signore della guerra. Ex ufficiale dell’esercito regolare libico, si distaccò dal regime di Gheddafi quando capì che la fine era vicina. Tentò un golpe militare nel 2014 ma fu respinto grazie alla pesante interferenza dei servizi anglo-statunitensi che non lo reputavano affidabile

I più visti