24 settembre 2018
Aggiornato 13:30

Playoff Mondiali 2018: c'è la Svezia per l’Italia

Sorteggio tutt'altro che benevolo per gli azzurri: l'urna di Zurigo ha definito gli accoppiamenti per il doppio confronto che vedrà impegnati l'Italia di Ventura dal 9 all’11 novembre (andata) e dal 12 al 14 (ritorno). Sarà la Svezia, orfana di Zlatan Ibrahimovic che ha annunciato da tempo il ritiro dalla Nazionale gialloblu.

La Refrion di Talmassons conquista il mercato russo

I raffreddatori dell’azienda friulana sono stati scelti per gli stadi russi del prossimo Campionato Mondiale di calcio, atteso a giungo 2018 in Russia. Si tratta di una commessa di prestigio che proietta l’azienda verso un fatturato 2017 a quota 25 milioni

Milan: battaglia federale per accaparrarsi Romagnoli

Il ct della nazionale maggiore Ventura e quello dell’Under 21 Di Biagio si contendono il centrale difensivo del Milan. Entrambi lo vorrebbero a disposizione, l’ennesima conferma della crescita esponenziale di Romagnoli da quando è arrivato in rossonero.

Video

Lo stadio Luzhniki rimesso a nuovo per Mosca 2018

Lo stadio Luzhniki di Mosca è stato completamente rimesso a nuovo in vista della 21esima edizione del campionato del mondo di calcio che si terrà in Russia dal 14 giugno al 15 luglio 2018. Lo stadio ospiterà 7 match tra cui la partita inaugurale e quella finale.

Platini non si presenta davanti ai giudici

L'ex Presidente dell'UEFA ha parlato attraverso i suoi avvocati rendendo noto di non essersi presentato perché si sentiva giù giudicato dalle dichiarazioni del portavoce della camera Andreas Bantel. Blatter: «Non sono il diavolo, sto subendo l'inquisizione».

Amnesty accusa Qatar e FIFA sui diritti umani

Alla vigilia del quinto anniversario dell'assegnazione dei campionati mondiali di calcio del 2022, Amnesty International ha denunciato che in Qatar lo sfruttamento del lavoro rimane massiccio e che le autorità non hanno avviato significative riforme per porvi fine.

La FIFA sospende l'assegnazione dei Mondiali 2026

Per Jerome Valcke clima non ancora sereno. I magistrati svizzeri, infatti, stanno ancora indagando su presunta corruzione in relazione all'assegnazione dei due mondiali, avvenuta nel 2010 ad opera del comitato presieduto dal dimissionario Joseph Blatter.

Rummenigge: «I club non siano danneggiati»

In rappresentanza dell'Eca, l'associazione che raccoglie 204 società calcistiche europee, di cui è presidente, Rummenigge ha messo in guardia la FIFA che vorrebbe far disputare d'inverno il mondiale del Qatar per evitare le caldissime temperature estive di quella parte del mondo. Intanto la Bundesliga esclude l'ipotesi di giocare un turno di campionato all'estero.

Lahm dice basta: addio Nazionale

Il capitano della Germania campione del mondo, appena trentenne, ha deciso di ritirarsi dalla Nazionale dopo 113 presenze ed un titolo mondiale appena conquistato in Brasile.

Ozil, campione di cuore

Il centrocampista tedesco ha messo a disposizione di 23 bambini brasiliani, bisognosi di cure, il suo premio per la vittoria mondiale (400.000 euro): «Il mio ringraziamento al popolo meraviglioso che ci ha ospitato».

Record di tweet durante i Mondiali

Solo in Italia, sono stati 3,1 milioni i cinguettii durante tutte le partite, e 17,5 milioni le impression (numero complessivo delle volte in cui sono stati visti) generate dai quasi 310 mila messaggi postati sul social network. Balotelli ha vinto la speciale classifica del giocatore con più citazioni tra gli utenti di Twitter

Brasile, caccia al ct straniero: Mou, Pep, Carletto o una sorpresa?

Non è ancora ufficiale l’esonero di Felipe Scolari, ma alla Federcalcio brasiliana si pensa già al futuro. Le pressioni da parte di media e opinione pubblica sono altissime e per la prima volta si pensa seriamente ad un big straniero. Partita la caccia al nome giusto: Mourinho, Guardiola , Ancelotti o qualche nome a sorpresa?

Per l'Argentina un'accoglienza da eroi

L'aereo che ha riportato a casa la nazionale argentina ha fatto due giri sull'aeroporto di Baires per mostrare ai giocatori quanti tifosi erano in attesa della Seleccion di ritorno dalla finale del mondiale brasiliano.

Mourinho, un fallimento mondiale

Tutti i giocatori dello Special One, ben 16 presenti al Mondiale, si sono contraddistinti per aver disputato un torneo molto al di sotto delle aspettative. Colpa del tecnico? L’eccezione che conferma la regola è il tedesco Schurrle, unico calciatore del Chelsea, a meritare una promozione incondizionata.

Rihanna hot su Twitter

La cantante ha condiviso con i fan sui suoi profili social numerosi selfie dalla finale al Maracanà, esultando sugli spalti per la vittoria tedesca tirandosi su la maglietta e restando in reggiseno

Maradona duro con Messi: «Premio ingiusto»

El Pibe de Oro, affranto dopo la sconfitta della Seleccion nei tempi supplementari contro la Germania, ha manifestato tutta la sua amarezza e quella di un’intera nazione: «L’Argentina meritava almeno i rigori, il gol di Goetze ha ferito la mia anima».

L'uomo del destino si chiama Mario Goetze

Nato il 3 giugno 1992 a Memmingen, Baviera del sud, a pochi chilometri dal confine austriaco, è il simbolo della nuova Germania multiculturale, multirazziale, nata dalla programmazione. E' lui che al 113' della finale Germania-Argentina mette il sigillo sulla quarta coppa del mondo tedesca.