19 marzo 2019
Aggiornato 00:30
Esclusa la Sardegna

Ecco dove finiranno i rifiuti atomici italiani

Secondo il fattoquotidiano.it, che ha sentito alcuni esperti del ministero dell’Ambiente e della Sogin, le scorie nucleari italiane andranno a finire tra Puglia, Lazio, Toscana, Veneto, Basilicata e Marche. Il 16 giugno sarà finalmente resa pubblica la Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi) ad ospitare il sito

Miasmi dovuti da depositi organici e raggi solari

ENI presenta lo studio sulle acque di Contrada La Rossa

«Non esiste parentela alcuna tra le due polle e le acque di reiniezione del Pozzo Costa Molina 2»: questo il risultato dello studio commissionato al professore senese Eros Bacci, già ordinario di Ecotossicologia presso l'Università di Siena

Senatore Pepe (Misto) presenta un'interrogazione

ENI: polle Contrada La Rossa e Pozzo Molina non inquinate da idrocarburi

Il professor Eros Bacci: «E' stato possibile dimostrare che il colore, la temperatura e l'odore delle acque sono da attribuire all'esposizione ai raggi solari e ai depositi organici in decomposizione. L'assenza di vegetazione invece è dovuta alla natura argillosa del terreno»

Verificherà se lo Sblocca Italia è in contrasto con la norme europee

Doppia indagine della Commissione UE sulle estrazioni petrolifere italiane

Entrambi i provvedimenti sono scattati dopo le segnalazioni da parte di eletti del Movimento 5 stelle alle autorità comunitarie, per quanto riguarda progetti di estrazione di idrocarburi nel mare della Sicilia e per la situazione ambientale della Val d'Agrì, in Basilicata.

Obiettivo: valorizzare gli scarti legnosi del bosco

Energia e biometano: la sfida di ENEA nelle Dolomiti Lucane

Il progetto prevede la realizzazione di un impianto dimostrativo per la produzione di energia elettrica e biometano da utilizzare per i servizi del parco. Un esempio di best practice per l’avvio di una filiera sulla bioenergia.

«Il governo ci ha ascoltato, competenze rimangono ad enti locali»

Pittella: bugiardo chi parla di 300 pozzi petroliferi in Basilicata

Il governatore ha attaccato il programma «Presa diretta» su Rai3, perché «non ha detto la verità» sui permessi di ricerca e coltivazione di idrocarburi nella regione. Sono numeri «presenti nell`immaginario collettivo dei lucani ed alimentati da trasmissioni nazionali».

Le stime della World Wind Energy Association

Rinnovabili: l'eolico frena, ma resta un grande potenziale

Nel 2014 sono stati installati tra i 42 e i 47 GW di nuova potenza eolica, soprattutto grazie allo sforzo della Cina, anche se al primo posto per la produzione di energia eolica restano gli Usa. Intanto Enel dà il via al nuovo parco eolico in Basilicata

Nel 2014 il comparto ha visto una contrazione del 76% della potenza installata

Dalla Basilicata un soffio di speranza per l'eolico italiano

E' partito il cantiere per la realizzazione di un parco da 8 megawatt nei comuni di Barile e Venosa, in Provincia di Potenza. L'impianto è di proprietà di Enel green power che ha investito 11 milioni di euro nel progetto

Per il sindacato di Landini, Cisl e Uil non devono cantare vittoria

La FIOM non si pente: «A Melfi da FIAT solo un contentino»

L'amministratore delegato di Fiat-Chrysler, Sergio Marchionne, da Detroit, annuncia 1500 nuove assunzioni per lo stabilimento lucano di Melfi. A DiariodelWeb.it, Michele De Palma, coordinatore nazionale Fiat-auto della Fiom-Cgil, ritiene che Cisl e Uil non debbano cantar vittoria oggi: «Dal 2008 al 2013, 5000 occupati persi».

Commercio

Saldi invernali al via

In Campania e Basilicata è iniziata la stagione dei saldi 2015. Poi da sabato 3 si aggiungeranno tutte le altre regioni. I commercianti però prevedono un flop, con un ulteriore calo degli acquisti dell'8%.

Omicidio

Duplice omicidio a Matera, c'è un fermo

Intorno alle 7.15 due uomini sono stati uccisi a colpi di fucile in un agguato in località Vecchio Mulino, nelle campagne di Cirigliano. A sparare è stato Antonio Saponara, 43 anni, pastore e cacciatore del posto

Sisma Pollino

Trema tutta la Calabria, scosse da nord a sud

Nella notte delle scosse si sono verifiche in quasi tutta la regione. Movimenti tellurici si sono verificati sul Pollino, zona già colpita dal sisma dello scorso 26 novembre, nel catanzarese e sull'Aspromonte. Le scosse avvertite dalla popolazione, tuttavia non hanno determinato danni a cose o persone

Oggi riapriranno le scuole

Pollino, notte di ansia e paura con scosse e maltempo

Tra Calabria e Basilicata la terra continua a tremare con cadenza quasi regolare, specie durante la notte. Nove le scosse che sono state registrate dalle 22 di ieri sera fino a questa mattina, la più forte segnava come magnitudo 2.3. Il Prefetto Tronca: «Massimo impegno dei Vigili del Fuoco»

Terremoto Pollino

Mormanno si prepara ad altra notte all'addiaccio

Si preparano a passare un'altra notte all'addiaccio gli abitanti della zona del Pollino colpita dal forte sisma della notte tra giovedì e venerdì. Il Sindaco preoccupato per gli allarmismi via web