20 settembre 2019
Aggiornato 20:00

Dopo il voto in Basilicata Forza Italia in pressing sul Carroccio: «Stacchi la spina». Salvini: «Non cambia nulla»

Matteo Salvini gioisce: «La Lega in un anno triplica i voti, vittoria anche in Basilicata! 7 a 0, saluti alla sinistra e ora si cambia l'Europa». Faccenda più complessa nel Movimento cinque Stelle

Video Agenzia Vista

ROMA - Vito Bardi, ex generale della Guardia di Finanza, è il nuovo presidente della Regione Basilicata: eletto con 124.716 voti, pari al 42,2%, porta il centrodestra ad espugnare la storica roccaforte della sinistra. E Matteo Salvini gioisce: «La Lega in un anno triplica i voti, vittoria anche in Basilicata! 7 a 0, saluti alla sinistra e ora si cambia l'Europa». Faccenda più complessa nel Movimento cinque stelle con Luigi Di Maio che si dice soddisfatto del risultato - il candidato Cinquestelle Antonio Mattia è arrivato terzo - e se la prende con «lo storytelling del tonfo, del crollo, non ci sto: siamo il primo partito in Basilicata». Ma, frecciata all'alleato di governo, «è un risultato che conserviamo con grande senso di responsabilità verso il Paese, senza esultanze da stadio».

Di Maio: «E' il momento di non mollare»

Nel pomeriggio il vice premier sarà proprio a Matera per una conferenza stampa non «sull'analisi del voto» ma «per fare subito una proposta concreta da portare in Consiglio regionale». Ma è al Movimento che parla Di Maio dicendo che «ora è il momento di non mollare», «non ci sono viaggi da fare» rilancia riferendosi probabilmente a quello - in India secondo quanto è trapelato - di Alessandro Di Battista che da qualche settimana non è più in prima fila e si tiene lontano dai riflettori.

«Risultato storico» per il centrodestra

Lo scrutinio, terminato in mattinata, vede al secondo posto Carlo Trerotola (Centrosinistra; con 97.866 voti, pari al 33,11%), poi Antonio Mattia (M5S; con 60.070 voti pari al 20,32) e Valerio Tramutoli (Basilicata possibile; con 12.912 pari al 4,37%). Primo partito il M5S con il 20,27%, seguito da Lega (19,15%) e Forza Italia (9,15%). Con Bardi, scelto da Berlusconi per guidare l'asse Lega-Forza Italia-FdI, il centrodestra guida ora più Regioni in Italia rispetto al centrosinistra. E per questo lo stesso Silvio Berlusconi, contattato telefonicamente da Bardi, lo definisce un «risultato storico».

Salvini: «Governo? Non cambia nulla»

Salvini, da parte sua, ribadisce che a livello nazionale «non cambia nulla» ma da Forza Italia è insistente il pressing perchè il leader del Carroccio stacchi la spina al governo e torni nel centrodestra. Che, ripetono tutti gli azzurri, vince in coalizione, la destra da sola - nonostante anche la crescita di Fratelli d'Italia - non potrebbe farcela».

Soddisfatto Zingaretti

Per il neo segretario del Pd Nicola Zingaretti «la Basilicata conferma che l'alternativa alla destra e a Salvini siamo noi. Il Pd e il nuovo centrosinistra devono diventare più forti». La pensa diversamente Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra italiana, secondo il quale «la riedizione di un centrosinistra balbettante e in continuità con le stagioni precedenti dimostra di non essere competitiva».