30 novembre 2022
Aggiornato 02:00
Pubblicate altre intercettazioni

La Guidi piange al telefono con il compagno: «Mi stai utilizzando»

L'ex membro del Governo Renzi sarà ascoltato giovedì dalla procura Potenza. Intanto, nella sua casa modenese, l'ex ministro si prepara ai pm

ROMA - «Mi stai utilizzando». Così - secondo quanto scrive La Repubblica - l'ex ministro per lo Sviluppo economico Federica Guidi si rivolge, piangendo, al compagno, Gianluca Gemelli, indagato dalla Procura di potenza nello scandalo Tempa Rossa. Intanto pare che non ci siano interessi in comune, né conti cointestati tra la ministra e il fidanzato petroliere. Sarebbero state pubblicate altre intercettazioni in cui pare evidente la sensazione dell'ex ministro di essere sfruttata dal compagno per gli interessi di lui in Basilicata. 

L'ex ministro si prepara ai pm
Federica Guidi nella sua casa nei pressi di Modena dallo scorso venerdì si sta preparando al colloquio con i magistrati di Potenza, che la ascolteranno giovedì prossimo. E sta soprattutto verificando il ruolo di Gianluca Gemelli, padre di suo figlio, ma con il quale non ha mai convissuto. Anzi, sottolineano fonti vicine all'ex ministro, da tempo si vedono solo ogni 7/15 giorni.

Nessun interesse in comune con Gemelli
La valanga che le è crollata addosso, proseguono le fonti a lei vicine, l'ha messa prima in una condizione di incredulità, poi parlando con i suoi più stretti collaboratori ha iniziato a reagire. Sta ricostruendo l'agenda degli incontri e la memoria dei colloqui. Con Gemelli, l'ex titolare del ministero dello Sviluppo economico che ha lasciato l'incarico in seguito all'inchiesta di Potenza che ha coinvolto Gemelli e per la quale l'ex ministro sarà ascoltata come persona informata dei fatti, non ha interessi comuni. Non ha conti cointestati ed ha sempre provveduto lei e la sua famiglia alle necessità del figlio.