22 gennaio 2020
Aggiornato 10:00
Gruppo misto su fiducia Italicum

Pisicchio: Renzi ha vinto da politico, ora da statista faccia un passo in più

Intervenendo in Aula il presidente del gruppo Misto alla Camera Pino Pisicchio ha affermato che voterà la terza fiducia al governo «per coerenza con la scelta da me compiuta fin dalla sua prima investitura». Restano, però, perplessità sulla legge e sulla «modalità adoperata per raggiungere l'obiettivo dell'approvazione della legge».

Il responsabile giustizia del Pd annuncia

Ermini: «Se servirà, avanti con la fiducia sull'Italicum»

Continua il dibattito sulla legge elettorale. "Sono 13 mesi che discutiamo di questa legge elettorale, è una legge dirimente e l'abbiamo rivoltata: nel momento in cui il Parlamento continua a dire che non la voterà, la fiducia diventa una possibilità", ha dichiarato David Ermini.

Legge elettorale

Cuperlo: «La fiducia sull'Italicum sarebbe la fine del governo Renzi»

Sono circa 140 gli emendamenti presentati alle riforma elettorale in commissione Affari Costituzionali alla Camera. Il termine per la presentazione delle proposte di modifica, che saranno illustrate oggi a partire dalle 11.30, è scaduto questa mattina alle 9. Non mancano le critiche al premier da parte della minoranza dem.

A trent'anni dalla Convenzione ONU

Torturare è reato

A trent'anni dalla Convenzione Onu e a 27 dalla sua ratifica, il reato di tortura è stato introdotto ieri sera. Per il presidente del gruppo Misto alla Camera Pino Pisicchio, che fu relatore nel precedente tentativo di approvarlo, è un grande segno di civiltà, che si inscrive nella migliore tradizione giuridica nel nostro Paese. Ma che cosa prevede il ddl?

Riforma TG, si inasprisce lo scontro

M5s rilancia: prepariamo la riforma, via i partiti dalla RAI

Il senatore Fi Maurizio Gasparri è pronto allo scontro aperto con viale Mazzini, che avrà luogo, afferma, se la Rai deciderà di ignorare le direttive parlamentari sulla riforma Tg. E mentre Capezzone paventa un ritorno al Cinegiornale Luce, il M5S è pronto a presentare la sua proposta di riforma: via i partiti dal servizio pubblico. Privatizzazione in vista?

Riforma TG, Minzolini motiva il ritiro del suo emendamento

«Ora Gubitosi faccia quello che diciamo noi»

Approvato a pieni voti il documento Pisicchio, che indirizza al direttore generale Rai Luigi Gubitosi 17 «paletti» di cui tener conto nella sua riforma dell'informazione. In primis, l'indicazione di mantenere i Tg così come sono. E sul ritiro del suo emendamento, Minzolini chiarisce: «era del tutto coerente con il testo di Pisicchio, ritirarlo è stata una tattica, non un retromarcia».

Minzolini delegittima l'attuale Direttore generale

Scontro Gubitosi-politica, in ballo il destino dei Tg

Il piano di riorganizzazione dell'informazione Rai presentato da Gubitosi fa discutere, ormai da mesi, la politica. Si tratterebbe di accorpare i Tg in due uniche testate, modello BBC. Ma una folta schiera bipartisan di parlamentari, guidati da Pino Pisicchio, intende difendere il pluralismo, oltre alle poltrone dei direttori. Che, inutile dirlo, proprio non ci stanno a essere «rottamati»

Maggioranza & Riforme

Della Vedova: «Rischi per le riforme dalla minoranza PD»

Lo ha scritto su Facebook il Senatore e Sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova: «Jobs act e Italicum banco di prova per la maggioranza». De Poli: «Renzi non giochi al solitario, M5s inaffidabile». Pisicchio: «Nuovo patto con opposizione su lavoro e crescita»

Pisicchio (Cd) propone di abolire i 18 mesi di praticantato

Vuoi fare il giornalista? Prima la laurea

Cambiamenti in vista per gli aspiranti giornalisti: si accederà all'albo a seguito di una laurea triennale, seguito da un biennio di specializzazione riconosciuto dall'Ordine. Per diventare pubblicista, basterà la frequenza di corsi formativi di almeno 45 ore e un colloquio. E delle querele, si occuperà un giurì

Il presidente della Camera invita a lasciare lavorare bene la commissione

Boldrini: fare pressioni sul Jobs Act è controproducente

Per la Boldrini, sarà il presidente della commissione a decidere quando il testo si potrà portare in aula. Intanto, Dorina Bianchi invita i sindacati a non tenere in stand-by il processo di cambiamento in atto, mentre Giorgia Meloni definisce il Jobs Act «carta da pizza»

Imprese dell'Eurozona ancora in difficoltà

Continua a diminuire il credito per imprese e famiglie

Nuova accelerazione a settembre dell'offerta di moneta nell'area euro, mentre si è ulteriormente moderata la flessione dei prestiti bancari al settore privato, che comunque prosegue. A settembre, secondo la rilevazione mensile della Banca centrale europea, il credito bancario erogato ai privati ha registrato un meno 1,2 per cento su base annua, dal meno 1,5 per cento registrato ad agosto.

La sinistra PD attacca su articolo 18

Fassina: «Renzi a rischio se mette la fiducia»

L'esponente della sinistra del Partito democratico critica aspramente gli sviluppi relativi alla riforma del lavoro, in modo particolare attacca l'ipotesi fiducia: «Con la fiducia conseguenze politiche inevitabili«. Nel frattempo, previsto per domani l'incontro a Palazzo Chigi con i sindacati.

Sel va incontro al Pd

Vendola si allea con la Bindi

Sulla riforma del lavoro, Sel si dice disposto a sottoscrivere gli articoli di minoranza presentati ieri dalla Bindi. Intanto continuano le discussioni attorno all'articolo 18 e le controversie interne al partito del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, diventano il motivo del rallentamento dei lavori.

Ncd &co. puntano a fine legislatura

Gli alleati: ci fidiamo di Matteo

Non ha paura, Matteo Renzi. Vuole andare fino in fondo, ed è convinto di poter concludere tutto il suo mandato. E può contare sul supporto del suo governo. Tabacci: «Renzi è la persona giusta». D'Alia (UdC): «Credo nei mille giorni». Alfano: «Il Premier? Coraggioso e riformatore».

Palazzo Madama

Riforme: rush finale

E' iniziata la settimana decisiva per le riforme. Il premier si dice ottimista, ma oltre alla pioggia di emendamenti arriva anche l'altolà di Salvini: "Questa riforma non la votiamo".

Legge elettorale

Tutti i fan del democratellum

«La legge proposta dal Movimento 5 stelle è ottima, aldilà di alcune fantasie» dice Calderoli della Lega. Per Pisicchio del Misto: «C'è una base civilissima su cui confrontarsi». Zanetti (Sc): «Se i deputati e i senatori del M5S si mettono in gioco, possono diventare un aiuto prezioso per il cambiamento, quello vero, di questo Paese e della sua burocrazia. Vedremo presto»

La decisione della Giunta per le elezioni

Camera, Pisicchio: Su doppi incarichi occasione sprecata

Il vice Presidente della Giunta per le elezioni e presidente del Comitato per le incompatibilità: Nessun medico ci obbliga a fare i Deputati. Zoggia: Grave decisione della Giunta, Pd contro i doppi incarichi