31 gennaio 2023
Aggiornato 07:30
verso l'integrazione con la casa madre

Borse, il mercato crede a Unipol-UnipolSai

In vista dell'accordo per l'integrazione di UnipolSai da parte della casa madre, Piazza Affari ha reagito positivamente. Nel frattempo, l'ad Carlo Cimbri ha annunciato che il Fondo Atlante avrà il supporto del gruppo assicurativo, ma anche che l'offerta di Cairo non è interessante per gli azionisti

La Legacoop di Emilia Romagna si difende

Monti: «Noi onesti, chi ha sbagliato paghi»

La Lega Nord dell'Emilia Romagna presenta un'interrogazione parlamentare per sviscerare a fondo lo scandalo che negli ultimi giorni ha investito il mondo delle cooperative. Il presidente di Legacoop dell'Emilia Romagna risponde che non bisogna fare di tutta l'erba un fascio: «La cooperazione è altro».

La riforma di Renzi: chi ci guadagna, chi ci perde

Universo Popolari, ecco cosa nasconde

Dal 20 gennaio scorso, quando per decreto il governo ha deciso di mettere mano alla governance delle banche popolari, è un susseguirsi di analisi che si concludono tutti o quasi con un giudizio negativo sull'operazione. Pochissime invece le opinioni «fuori dal coro», alle quali proveremo a dare voce

Marino boccia Grillo

M5S: Niente acqua e luce al Circo Massimo

I grillini inveiscono contro il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che li ha lasciati letteralmente al buio. Non solo non trovano i soldi per pagare l'assicurazione, ma ora sono rimasti anche senza luce e acqua a una settimana dall'inizio del loro evento «Italia5stelle.«

La manifestazione del M5s al Circo Massimo

Marino a Grillo: Voglio 2,5 milioni

E' polemica tra il sindaco di Roma, Ignazio Marino, e il Movimento 5 Stelle che il 10, 11 e 12 ottobre prossimi ha organizzato un mega-raduno al Circo Massimo. Tutto nasce dall'assicurazione di 2,5 milioni di euro chiesta dal primo cittadino della Capitale per proteggere l'area monumentale da eventuali danneggiamenti. Ma nessuna assicurazione è pronta a sborsare i soldi necessari.

Giustizia | Scalata Unipol-BNL

Oggi la prima di 3 sentenze in un mese per Berlusconi

Il collegio presieduto da Oscar Magi dovrà decidere se condannare o assolvere l'ex premier imputato di rivelazione di segreto d'ufficio in relazione alla pubblicazione su il Giornale della telefonata intercettata e all'epoca non ancora trascritta in cui Piero Fassino diceva a Giovanni Consorte: «Allora abbiamo una banca...»

I più visti

  1. 1.