6 giugno 2020
Aggiornato 17:30
verso l'integrazione con la casa madre

Borse, il mercato crede a Unipol-UnipolSai

In vista dell'accordo per l'integrazione di UnipolSai da parte della casa madre, Piazza Affari ha reagito positivamente. Nel frattempo, l'ad Carlo Cimbri ha annunciato che il Fondo Atlante avrà il supporto del gruppo assicurativo, ma anche che l'offerta di Cairo non è interessante per gli azionisti

Il mercato crede a Unipol-UnipolSai.
Il mercato crede a Unipol-UnipolSai. Shutterstock

ROMA - Il titolo di Unipol ieri ha chiuso le contrattazione in rialzo del 5,36%. Il mercato ha reagito positivamente all'ipotesi che a stretto giro possa esser messo nero su bianco un accordo per l'integrazione di UnipolSai nella casa madre. Gli indizi, d'altronde, vanno tutti in questa direzione.

In vista l'accordo per l'integrazione di UnipolSai
Alcuni recenti internal dealing riferiscono che la società ha acquistato circa 56,5 milioni di titoli di UnipolSai sborsando 107 milioni di euro. L'operazione è stata conclusa nei mesi di febbraio e marzo e ha permesso alla società di raggiungere quasi il 63% del gruppo assicurativo. All'orizzonte, dunque, sembra esserci un accordo per l'integrazione di UnipolSai da parte della casa madre e Piazza Affari ha reagito positivamente all'eventualità di questa aggregazione.

Fondo Atlante avrà il supporto del gruppo
Nel frattempo, l'ad di UnipolSai, Carlo Cimbri, ha annunciato in un'intervista a Repubblica che il Fondo Atlante avrà il supporto anche del gruppo assicurativo. Secondo Cimbri è necessario mettere in sicurezza l'intero sistema bancario. «Non si può guardare dall'altra parte. Qui non si tratta di interveniere per aiutare questa o quella banca, ma di mettere in sicurezza un settore importante dell'azienda italiana e quindi dello stesso paese».

L'offerta di Cairo non è interessante
Diversa la posizione del gruppo per quanto riguarda l'offerta di Cairo per Rcs. Secondo l'amministratore delegato al momento è penalizzante per gli azionisti del gruppo, il cui interesse è quello di valorizzare al meglio il loro investimento. Secondo Cimbri, «lo scambio ora è nell'interesse di Cairo».L'offerta in questione fotografa una situazione di mercato che ritiene penalizzante per gli azionisti di Rcs, perciò il da farsi sarà valutato in corso d'opera. Alla domanda se ci possano essere altre cordate in campo, invece, Cimbri ha risposto e concluso così: «Tutto è possibile ma per quanto ne so io non c'è assolutamente nulla».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal