2 giugno 2020
Aggiornato 14:00
Vicenda Unipol

Fassino: su telefonata io unica vera parte offesa

Il candidato sindaco di Torino: «Lasciamo che i giudici accertino la verità»

MILANO - «Ho subito una vera e propria macchinazione dove è chiamata in causa la famiglia Berlusconi insieme a Il Giornale». Lo ha detto ai giornalisti Piero Fassino, in riferimento alla pubblicazione della famosa telefonata all'epoca nemmeno trascritta in cui l'allora segretario dei Ds disse a Consorte: «Allora abbiamo una banca?».

«Lasciamo lavorare i Giudici» - I giornalisti avevano fatto osservare che nella vicenda Silvio Berlusconi è considerato parte offesa. «Lasciamo che i giudici accertino la verità, ma io so quello che ho subìto» ha detto Fassino. L'udienza preliminare in cui tra gli altri è indagato Paolo Berlusconi e il premier è parte offesa dal reato di tentata estorsione da parte di Favata inizierà l'8 aprile. Successivamente ci sarà l'udienza dove verrà esaminata la posizione di Silvio Berlusconi, iscritto «per ragioni tecniche» dalla procura in relazione alle accuse di ricettazione e concorso rivelazione dle segreto d'ufficio.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal