6 giugno 2020
Aggiornato 23:30
Marino boccia Grillo

M5S: Niente acqua e luce al Circo Massimo

I grillini inveiscono contro il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che li ha lasciati letteralmente al buio. Non solo non trovano i soldi per pagare l'assicurazione, ma ora sono rimasti anche senza luce e acqua a una settimana dall'inizio del loro evento «Italia5stelle.«

ROMA - «Siamo senza acqua ed elettricità e fra 12 ore partono le operazioni logistiche per allestire il Circo Massimo in vista di #Italia5Stelle. Un sentito ringraziamento al Comune di Roma e al sindaco Marino. Sappiamo di essere politicamente scomodi, ma questo non significa dover affrontare disservizi di tale portata». Così i gruppi parlamentari di Camera e Senato del M5S.

«FIGLI E FIGLIASTRI» - «Da quando è stata lanciata l'iniziativa - fanno sapere - abbiamo dovuto superare numerosi ostacoli, non ultimo la richiesta di una copertura assicurativa di 2,5 milioni di euro per eventuali danni. Difficile da stipulare perché è arduo riuscire a individuare cosa fisicamente debba essere sottoposto al vincolo assicurativo. Ogni tanto - concludono - ci piacerebbe essere trattati come gli altri, non come i Rolling Stones, per carità, ma siamo curiosi di sapere come sarebbe andata se la manifestazione fosse stata del Pd o di Forza Italia». C'é da aggiungere, infatti, che per quanto riguarda i Rolling Stones l'assicurazione l'ha pagata tutta, e subito, Unipol senza batter ciglio. La stessa Unipol che si è rifiutata di fare altrettanto con il M5s, perché «nessuna compagnia sarebbe disposta a correre un rischio così consistente». Verrebbe da chiedersi se nella scelta di Unipol c'entri il fatto di essere molto vicina al Pd.

CIRCO MASSIMO: PRIMA «SVENDUTO» POI SENZA LUCE E ACQUA - Ben diverso è stato il trattamento riservato ai Rolling Stones, che per pochi spiccioli si sono aggiudicati la possibilità di far riecheggiare "Satisfaction" nell'arena più famosa della Capitale. Non solo la loro assicurazione è stata subito pagata da Unipol, ben disposta a prendersi in carico l'evento (e il rischio); ma l'affitto è stato concordato per una cifra irrisoria. Tanto che, a tre mesi di distanza, la Corte dei Conti ha aperto un fascicolo per cercare di capire meglio la guerra dei numeri che è esplosa intorno all'esibizione di Mick Jagger e soci. Per lo show dello scorso 22 giugno i Rolling Stones pagarono solo 7934 euro. Secondo l'assessore delle attività produttive, l'affitto del Circo Masismo passerà da 8mila a 200mila euro: chissà se i primi a pagarli saranno proprio i grillini del M5s, ai quali per ora hanno tolto perfino luce e gas per la loro manifestazione?

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal