21 settembre 2019
Aggiornato 05:00
Formula 1

Niki Lauda dimesso dall'ospedale di Vienna

Il tre volte campione del mondo di Formula 1, 69 anni, ad agosto 2018 ha subito un trapianto di polmone presso il General Hospital di Vienna

Formula 1 | Gran Premio di Montecarlo

Interviene la Federazione: controlli accurati sulla Ferrari

I sospetti della Mercedes sulle presunte irregolarità del turbo e della batteria della Rossa hanno convinto i tecnici federali ad eseguire ulteriori verifiche approfondite

Formula 1 | Gran Premio del Brasile

La Ferrari cerca il premio di consolazione a San Paolo

Perso definitivamente il titolo mondiale, la Rossa va a caccia di qualche soddisfazione a Interlagos, tra le curve del mito. Dove Raikkonen, dieci anni fa, portò l'ultimo campionato a Maranello

Formula 1 | Gran Premio del Giappone

Anche la Mercedes ha i suoi guai di affidabilità: scatta la penalità

Alla vigilia del weekend di gara a Suzuka era la Ferrari a temere una sostituzione del cambio, incidentato sulla macchina di Sebastian Vettel, che avrebbe provocato un automatico arretramento in griglia di partenza. Invece, il guasto è avvenuto oggi sulla Freccia d'argento di Valtteri Bottas

Formula 1

Penalità sì o no? Il verdetto sul cambio incidentato di Vettel

La trasmissione della monoposto tamponata da Lance Stroll nel giro d'onore del Gran Premio di Malesia è stata sottoposta presso la sede Ferrari di Maranello alle relative ispezioni: se fosse stata danneggiata il campione tedesco sarebbe dovuto arretrare di cinque posizioni sulla griglia in Giappone

Formula 1

«Non è finita: ecco i GP che favoriranno la Ferrari». Parola di Hamilton

Ad alcuni (come Niki Lauda) i 28 punti di vantaggio della Mercedes potrebbero sembrare decisivi. Ma il capolista Lewis non la pensa allo stesso modo: «Anche in Giappone, in Brasile e in Messico serve tanto carico aerodinamico, e questo ci svantaggerà». Sono chance che la Rossa non potrà perdere

Formula 1 | Gran Premio di Singapore

Grave accusa dei Verstappen: «Vettel andava punito, salvato dalla politica»

Papà Jos, a sua volta ex pilota, corre in soccorso del figlio Max: «Seb meritava una penalità, avrebbero dovuto sospenderlo per una gara. Ma così il campionato sarebbe finito, perciò hanno fatto un gioco politico. Non è stato giusto». E nella piaga della Ferrari mette il dito pure il vecchio Niki Lauda

Formula 1 | Gran Premio d'Ungheria

Il boss Mercedes: «Forse oggi ci siamo sparati nelle gambe»

Il team principal delle Frecce d'argento, Toto Wolff, ha molto da recriminare per il Gran Premio d'Ungheria: «Con gli ordini di scuderia abbiamo fatto quello che era più giusto, anche se potrebbe costarci il titolo. La Ferrari? Oggi era più veloce, ma alla prossima gara torniamo davanti noi»

Formula 1 | Gran Premio d'Ungheria

«Hamilton, lascia ripassare Bottas»: gesto corretto o suicida?

La Mercedes ha dapprima lasciato strada a Lewis per lanciarlo all'attacco delle Ferrari, poi gli ha chiesto di restituire il podio a Valtteri. Perdendo tre punti che potrebbero costargli cari nella corsa al Mondiale. Ma ciò che è accaduto davvero tra i vertici del team al muretto box resta un mistero

Formula 1 | Regolamenti

La rivolta di team e tifosi contro Halo (che piace alla Ferrari)

Milioni di appassionati in tutto il mondo non accettano l'introduzione obbligatoria della gabbia di protezione dell'abitacolo a partire dalla prossima stagione. E con loro si schierano anche i boss delle principali scuderie (tranne la Rossa). Così la Federazione è costretta a giustificarsi

Formula 1

Tra i due litiganti il terzo gode: Bottas, un'altra Mercedes in corsa per il titolo

Ha già conquistato più podi del suo compagno di squadra Hamilton. E nelle ultime quattro gare ha raccolto più punti di tutti. Da gregario annunciato, il finlandese Valtteri si sta trasformando in un serio pretendente al Mondiale. Mentre il team cerca di capire come evitare altri errori

Formula 1 | Mercato piloti

Dilemma Alonso: ritorno di fiamma in Ferrari o speranza Mercedes?

È il due volte iridato l'uomo al centro del cascomercato: vederlo di nuovo alla Rossa non è impossibile, garantisce il suo manager Flavio Briatore, che però nel weekend è stato a cena anche con i boss delle Frecce d'argento. L'unica certezza? «Gli daremo una macchina vincente»

L'intervista raccolta dai microfoni di Sky Sport

Arrivabene sbotta con i commissari: «Siamo in F1 o al Colosseo?»

Il team principal della Ferrari critica aspramente la gestione della gara, dal contatto alla partenza tra Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen fino al tamponamento di Sebastian Vettel a Lewis Hamilton, che ha dato la stura alla successiva ruotata costata una penalizzazione al campione tedesco

Lewis si merita i complimenti per la pole position a Baku

Capolavoro Hamilton: «Un giro della morte». Lauda in estasi: «Nessuno come lui»

Aveva un solo, ultimo tentativo a disposizione per battere il compagno di squadra Valtteri Bottas, dopo la bandiera rossa che aveva interrotto la qualifica a tre minuti dalla bandiera a scacchi. E con una Mercedes che fino ad oggi non era riuscita a scaldare le gomme così in fretta. Ma ce l'ha fatta

Le analisi approfondite degli ingegneri svelano la magagna

Dal flop di Montecarlo alla doppietta in Canada: come ha fatto la Mercedes a risorgere

Le Frecce d'argento sono riuscite a trasformare una sconfitta in una vittoria, una delusione in una reazione positiva. Dopo il disastro del GP di Monaco i tecnici si sono messi a studiare e hanno scoperto cosa non andava: i dati del simulatore computerizzato e della galleria del vento non combaciavano

Dopo tre anni di dominio, la rivoluzione è avvenuta

Psicodramma Mercedes: «Sì, siamo sfavoriti». E Niki Lauda gufa la Ferrari

I campioni del mondo in carica ammettono la dura verità: ora sono costretti a inseguire. Dunque a loro non resta che sperare in un ritiro di Sebastian Vettel, o che la Rossa incorra in altri problemi di affidabilità, che si tradurrebbero in penalizzazioni sulla griglia di partenza

Anche Sebastian Vettel verso il rinnovo

E se l'exploit di Montecarlo valesse a Kimi Raikkonen un nuovo contratto in Ferrari?

L'età avanzata (a ottobre compirà 38 anni) ma anche la presenza sul mercato di potenziali sostituti come Sergio Perez e Carlos Sainz aveva messo a rischio la riconferma di Iceman per il 2018. Ma la sua eccellente prestazione nel Principato potrebbe aver spazzato via tutti i dubbi

Mercedes lontane dalle Ferrari a Montecarlo

Lewis Hamilton getta la spugna: «Il mio GP finisce qui, domani sarò in gita»

Il campione anglo-caraibico è «avvilito» per la sua quattordicesima posizione in qualifica. Colpa, secondo il presidente Niki Lauda, «dell'assetto che non siamo riusciti ad azzeccare sulla sua macchina». Molto meglio è andata al suo compagno di squadra Valtteri Bottas, terzo

Si prospetta un Gran Premio in salita per le Frecce d'argento

Mercedes mette le mani avanti: «A Montecarlo Ferrari favorita». C'è un motivo tecnico

Il team principal Toto Wolff è sicuro «Questo weekend non andrà come a Barcellona». La ragione è da ricercare principalmente nel passo più lungo della monoposto tedesca, che si rivelerà uno svantaggio sulle strette e tortuose stradine del Principato. E poi preoccupa anche il motore

L'Olanda non ospita un Gran Premio dal 1985, quando vinse Niki Lauda

Il giro record di Max Verstappen sulla sua pista di casa di Zandvoort

Il baby fenomeno della Red Bull guida una monoposto del 2012 davanti al suo pubblico sul tracciato olandese, fermando i cronometri in 1:19.511, tre decimi meno del precedente primato stabilito sedici anni fa dall'allora collaudatore della Ferrari, Luca Badoer

Un effetto domino nel Mondiale

Vettel in Mercedes? Ricciardo (o Alonso) in Ferrari? Impazza il mercato piloti

A fine stagione scadranno contemporaneamente i contratti di molti campioni e si libereranno i sedili dei principali top team. Così si è scatenata la tempesta perfetta in Formula 1, in cui nessuno scenario sembra più davvero impossibile. Al centro, come al solito, c'è la Rossa

Frecce d'argento attivissime sul mercato

Confermato: la Mercedes vuole Sebastian Vettel. Lauda: «È lui il più forte»

La tanto chiacchierata trattativa tra il team campione del mondo in carica e l'attuale pilota della Ferrari è una realtà, sostengono molti ben informati del paddock. E a rinfocolare ulteriormente queste voci ci pensa il presidente, con i suoi complimenti al leader del Mondiale

La crisi in pista potrebbe avere pesanti risvolti di mercato piloti

La Mercedes mette in discussione Hamilton. E sogna di sostituirlo con Vettel

Dopo il quarto posto in Russia e i tredici punti di distacco dal ferrarista, nel team tedesco si apre il caso Lewis: «Dobbiamo capire cosa sia successo», dichiara Wolff. Mentre il suo compagno Valtteri Bottas si sta già guadagnando il rinnovo

Come si presenta il Cavallino rampante al via del quarto Gran Premio

Ferrari verso la Russia con uno svantaggio tecnico e un vantaggio umano

A Sochi farà più freddo: sulla carta, un punto a sfavore della Rossa per quanto riguarda la gestione delle gomme. Ma queste previsioni non spaventano un Sebastian Vettel ritrovato, che secondo molti è la vera arma in più della Scuderia

Il passo è il punto di forza della Rossa

Vettel: «Sono stato un pollo». Hamilton: «Ma in gara sono più forti loro»

I loro sono stati due giri (quasi) perfetti, ma Lewis ha centrato la pole position anche in Cina mentre Sebastian è rimasto dietro. La Mercedes è ancora superiore in qualifica, ma in vista di domani è la Ferrari ad essere la favorita

Il quattro volte iridato sentirà il richiamo della sua Germania?

Attenta Ferrari: Toto Wolff chiama Sebastian Vettel alla Mercedes

A fine anno scadono i contratti di Valtteri Bottas con le Frecce d'argento e del ferrarista con la Rossa. Sembra uno scenario pensato apposta per portare il tedesco a Stoccarda. E anche il team principal ora conferma l'interesse

Formula 1

La voce che fa tremare la Mercedes: «C'è un problema al loro nuovo motore»

Il ben informato giornalista italiano Leo Turrini svela un'indiscrezione inedita: la Freccia d'argento avrebbe rallentato nei test pre-campionato per timori sull'affidabilità. Ma se venissero risolti in tempo per il primo GP, i campioni del mondo andranno più forte?

Test pre-stagionali della F1 positivi per il Cavallino rampante

Ferrari campione d'inverno: tutti i buoni motivi per crederci

La Rossa si è dimostrata veloce e affidabile, senza mostrare tutto il suo potenziale, ma sfruttando bene le nuove gomme Pirelli. La Mercedes, al contrario, ha accusato sei decimi di distacco e qualche guaio tecnico. E non sembra più imbattibile

L'ex boss di Benetton e Renault non crede alla Rossa

Flavio Briatore scettico: «Ferrari ancora dietro alla Mercedes»

Nel coro dei tanti rimasti stupiti e ammirati dalle prestazioni della nuova SF70H c'è anche una voce che stona, quella del manager piemontese: «Non cambia niente, le Frecce d'argento hanno ancora un vantaggio enorme»

Le parole del pilota tedesco dopo il primato

Sebastian Vettel vola, ma non ammette di essere «il favorito»

Di fronte all'ennesima ammissione di inferiorità da parte della Mercedes, stavolta affermata dal presidente Niki Lauda, il ferrarista lascia parlare la pista, dove fa segnare il giro record. Ma parlando con i giornalisti continua ad essere cauto

Nel weekend è tornato in pista anche Sebastian Vettel

Ferrari, il meglio deve ancora venire: i motoristi hanno un asso nella manica

La nuova SF70H sembra nata bene, ma i tecnici a Maranello continuano a lavorare senza sosta per svilupparla. E l'arma segreta in arrivo nei primi Gran Premi del Mondiale 2017 di Formula 1 riguarderà proprio il suo motore...

Ancora tutti da definire i rapporti di forza in Formula 1

Ferrari, frena l'entusiasmo: Mercedes e Red Bull si stanno nascondendo

La Rossa di Maranello è stata la sorpresa di questi primi test pre-campionato a Barcellona. Ma i diretti rivali non hanno ancora scoperto tutte le loro carte. «Abbiamo solo scherzato, questa non è la vera macchina», sorride Lauda

Non solo tecnica, in F1 c'è spazio anche per la scaramanzia

La Ferrari chiede aiuto anche alla fortuna: via il bianco che... porta sfiga!

Tra le richieste del reparto tecnico ai vertici di Maranello ci sarebbe quella di abbandonare la striscia bianca che ha caratterizzato la livrea della SF16-H. Una scelta cromatica che, anche in passato, non ha portato bene alla Rossa