20 settembre 2019
Aggiornato 10:30
Celebrazione del vessillo nazionale

Iacop alla Festa del Tricolore a San Vito al Tagliamento

Il Parlamento della Repubblica ha affidato alla ricorrenza del 7 gennaio il dovere di onorare la bandiera italiana, in seguito il Presidente Carlo Azeglio Ciampi sollecitò più volte questa iniziativa legislativa ribadendo che il tricolore è il simbolo dell'Unità nazionale e della Patria

Intervista al prof. Rinaldi

Quindici anni di euro, quindici anni di guai

Dopo ormai tre lustri di moneta unica la nostalgia per la vecchia lira non è più un retaggio dal sapore naif. Ora lo stesso Prodi ammette: «La Germania grazie all’euro è la nazione di gran lunga più potente d’Europa»

Draghi al Parlamento europeo

Draghi striglia i Paesi europei: «Bisogna fare di più»

Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha lanciato un altro monito ai paesi dell'Unone europea affinché facciano di più per vincere la crisi e coadiuvare la ripresa economica. E ha parlato anche dei problemi delle banche

Aveva 95 anni

Morto Ciampi: nel 2015 aveva donato 150 libri all'UniUd

L’iniziativa risale al maggio 2015. Volumi in perfette condizioni di conservazione e tutti di pubblicazione recente, impreziositi da dediche autografe degli autori. In Friuli 5 visite istituzionali

Lo sfidante di Sala

Il centrodestra ha deciso: c'è il candidato sindaco per Milano

È Stefano Parisi, l'ex city manager di Albertini, ad aver messo d'accordo Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni. 59 anni, romano, è stato burocrate e dirigente: «Riportiamo il buon governo a Milano», dichiara

Il DiariodelWeb.it intervista l'europarlamentare della Lega Nord

«Basta con il nazismo economico della Merkel»

Il turbo-leghista Gianluca Buonanno, sulla crisi greca, dà incredibilmente ragione all'estrema sinistra di Alexis Tsipras: «Vero che i greci hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità. Ma con loro la Germania si comporta da str...»

Il presidente della Repubblica lunedì vola in Spagna

Mattarella incontra Rajoy e re Felipe

Dopo Berlino, Bruxelles e Parigi, prosegue l'agenda delle visite nelle principali capitali dell'Unione europea del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con la visita a Madrid prevista per lunedì prossimo, 11 maggio, durante la quale il capo dello Stato si incontrerà con il premier spagnolo Mariano Rajoy e con il re Felipe di Borbone.

La conta al Senato

L'Italicum ha bisogno dei voti della minoranza

Incassato l'Italicum in via definitiva alla Camera con l'Aventino delle opposizioni e il dissenso di una parte della minoranza del Pd, la battaglia di Renzi si sposta al Senato, a cui tocca l'esame della riforma della Costituzione che modifica la composizione dell'Assemblea di Palazzo Madama e cancella l'elezione diretta dei senatori.

Per quarantacinque anni ha prestato servizio al Quirinale

Francesco Madotto, il corazziere friulano che ha servito 8 presidenti

Originario di Resia (Ud), è andato in pensione nel 2004. E’ stato un grande servitore dello Stato: «Dei Capi dello Stato con cui ho lavorato ricordo soprattutto la grande umanità»

Il nuovo risiko bancario riedizione del regalo alle fondazioni?

Le mani sulle Popolari: chi ce le ha già. Chi ce le vuole mettere

Oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri (Cdm) si sarebbe dovuto affrontare il dossier «investment compact», che stando ai rumors dovrebbe mettere mano alla governance delle banche cooperative eliminandone il voto capitario. Il timore di molti è che ne esca un «mostro giuridico», come avvenne per le fondazioni dopo la riforma Ciampi-Amato

Rivelazione al processo Borsellino quater

Amato: «Mi cacciarono per favorire i mafiosi»

L'ex capo del Dipartimento per l'amministrazione penitenziaria (Dap), Nicolò Amato, durante la sua testimonianza nel processo Borsellino quater, ha denunciato il cedimento oggettivo da parte dello Stato verso la mafia nel momento in cui fu cacciato dal Dap.

Gasparri sulla trattativa stato-mafia

«Napolitano non sapeva, ma Ciampi e Conso sì»

Il vicepresidente di Forza Italia del Senato, Maurizio Gasparri, ha commentato l'audizione del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ascoltato dai pm di Palermo sulla trattativa Stato-mafia. Per Gasparri, la situazione è limpida e l'attuale capo di Stato non c'entra nulla: piuttosto i pm ascoltino Ciampi e Conso, allora presidnete del Consiglio uno e ministro della Giustizia l'altro.

L'ex presidente del Consiglio attacca il premier

D'Alema: Renzi spacca l'Italia

L' ex presidente del Consiglio Massimo D'Alema ha rilasciato un'intervista al Sole 24 Ore, e accusa il premier Matteo Renzi di spaccare in due il paese, oltre che il Pd.