26 febbraio 2024
Aggiornato 22:30
Condannati anche 22 filo-Morsi per l'attacco a un commissariato di polizia

Egitto, 20 anni di carcere a Morsi

E' stato condannato a 20 anni di carcere l'ex presidente egiziano Mohamed Morsi. L'ex capo dello Stato islamista, spodestato a nel luglio 2013, era accusato di avere incitamento all'uccisione di manifestanti durante i disordini di fine 2012 davanti al palazzo presidenziale.

Mosca ha firmato con l'Egitto per una centrale atomica

Nell'intesa fra Putin e il Cairo rispunta il nucleare

La richiesta di cooperazione in campo energetico è arrivata dal presidente egiziano Addel-Fattah al-Sisi, durante l'incontro con il suo omologo russo. E' stato rispolverato il progetto per costruire un impianto da 4mila megawatt a El-Dabaa sulla costa mediterranea del Paese. Il primo accordo con Mosca risale al 2008

Processo Mubarak

Al-Sisi: «L'Egitto guarda a futuro»

Dopo l'archiviazione delle accuse di complicità in omicidio e corruzione nei confronti dell'ex presidente Hosni Mubarak: lo ha dichiarato il Capo dello Stato egiziano, Abdel Fatah al-Sisi. Intanto gruppo terroristico legato all'Isis rivendica uccisione di un americano.

La crisi egiziana

Giornalisti Al Jazeera, gli USA chiedono la grazia all'Egitto

In una nota la Casa Bianca definisce l'arresto e la persecuzione dei reporter, che sono stati accusati dalle autorità egiziane di fare propaganda per la Fratellanza Musulmana e riportare notizie false, una violazione «dei più basilari principi della libertà di stampa» e «un colpo al progresso democratico in Egitto». Amnesty: «Giornata nera per la libertà di stampa».

La crisi egiziana

Egitto, 183 sostenitori di Morsi condannati a morte

I giudici hanno confermato la condanna a morte di oltre centottanta simpatizzanti dei Fratelli Musulmani e del loro leader, Mohammed Badie. La sentenza è stata emessa a Mynia teatro nel 2013 dell’assalto al commissariato per cui erano state accusate quasi settecento persone, in un processo di massa controverso. L'ex Presidente Mubarak cade in ospedale, rischia un'operazione al femore.

Presidenziali 2014

Egiziani alle urne, al Sisi favorito

Uomo forte del Cairo e protagonista della deposizione dell'ex capo dello Stato Mohamed Morsi. Per la maggioranza degli egiziani, proprio al Sisi è l'uomo che potrà garantire stabilità all'Egitto dopo tre anni di «caos» e di crisi economica seguita alla rivolta popolare del 2011 contro Hosni Mubarak.

La crisi egiziana

Egitto, tensione alle stelle. Oltre sessanta i morti nel «Venerdì della Rabbia»

Oltre sessanta persone sono state uccise in tutto l'Egitto nei combattimenti tra manifestanti islamisti e forze di sicurezza. Lo indica un bilancio ottenuto dai resoconti di testimoni, fonti di sicurezza e del Ministero della Sanità nel Paese. Hollande e Cameron vogliono «un messaggio europeo forte». Il Dipartimento di Stato americano: «Porre fine alle violenze»

La crisi egiziana

Morsi dichiara lo stato d'emergenza in tre città

Il Presidente egiziano: «Ho detto in passato di essere contrario allo stato d'emergenza. Ma ho anche detto che avrei agito per fermare lo spargimento di sangue e proteggere il popolo egiziano». Senato autorizza esercito a svolgere compiti di polizia. L'Opposizione respinge appello al dialogo di Morsi

Il presidente ridimensiona i poteri dell'esercito

Morsi: Ho rimosso Tantawi «per il bene della nazione»

Una decisione senza precedenti che ha lasciato senza fiato la comunità internazionale. Lo scontro tra il nuovo presidente egiziano Mohammed Morsi e i militari, che hanno mantenuto il potere per oltre un anno dopo la caduta dell'ex rais, Hosni Mubarak, è giunto a una svolta. Preoccupazione in Israele per rimozione Tantawi