> <
RSS

Merkel accoglie Renzi a Berlino

Il presidente del Consiglio si è recato in Germania per la riunione dei capi di Stato e di governo di Germania, Usa, Francia, Italia, Gran Bretagna e Spagna. Dopo il saluto e la foto di rito con la Cancelliera, il premier ha cenato con gli altri leader Ue e Barack Obama

Podemos, l'altra sinistra

Il partito di Pablo Iglesias potrebbe trovarsi a dover fare i conti con la realtà di governo, seppure con una differenza che tutto sommato potrebbe giocare a suo favore: non potrà formare un esecutivo di maggioranza, ma potrà essere parte di un esecutivo di coalizione magari insieme ai «rivali» del PSOE.

Spagna, Podemos vince perché è populista?

Partitismo e status quo i grandi sconfitti delle amministrative spagnole: a rivoluzionare lo scacchiere politico, la «rottamazione» di Ciudadanos e, soprattutto, il «populismo» di sinistra di Podemos. Un vento di cambiamento e ribellione che soffia in tutta Europa, facendo traballare l'Unione

Ora il fantasma fa la rivoluzione

Venerdì scorso a Madrid si è tenuta la prima manifestazione in cui a scendere in piazza non erano persone ma ologrammi. Circa duemila i «manifestanti» presenti in Plaza de las Cortes, di fronte al Parlamento spagnolo, per manifestare contro quella che gli spagnoli hanno definito come «legge bavaglio».

L'esperto: gli ologrammi (o pseudo-tali) non potranno mai sostituire l'uomo

L'esperto di informatica Giovanni Grandesso commenta la manifestazione di Madrid in cui, per protestare contro una legge bavaglio, sono stati utilizzati degli «avatar». Che, tiene a sottolineare, non sono «ologrammi» come si è detto, e dove l'impatto mediatico è stato totalizzante. Al punto, forse, di oscurare, con l'effetto di «onnipotenza» tecnologica prodotto, il vero contenuto del dibattito.

Ecco dove si può arrivare con gli ologrammi

Dopo essere stati i protagonisti indiscussi della manifestazione di Madrid, venerdì scorso, gli ologrammi hanno fatto il loro ingresso in società in grande stile. Ma sono destinati a cambiare radicalmente anche la nostra vita quotidiana e di loro sentiremo parlare ulteriormente: vediamo come e perché.

Borghi: «La Grecia deve uscire dall'UE»

E' partito il bazooka di Mario Draghi, ma senza i titoli greci. Il ministro delle Finanze ellenico, Yanis Varoufakis, ha ribadito che il governo di Alexis Tsipras sta facendo tutto quanto possibile per arrivare a un nuovo accordo con Bruxelles, ma bisogna accelerare i tempi. Ai microfoni di DiariodelWeb.it è intervenuto Claudio Borghi, responsabile economico della Lega Nord.

> <