23 ottobre 2018
Aggiornato 12:00

Salvini 'espluso' da Maiorca: «Xenofobo. Disprezza la vita umana»

Il consiglio dell'isola spagnola ha approvato una mozione con la quale dichiara il ministro dell'Interno italiano «persona non gradita»
Il ministro dell'Interno Matteo Salvini
Il ministro dell'Interno Matteo Salvini (ANSA/LUCA ZENNARO)

SPAGNA - Ormai è scontro aperto tra la Spagna e Matteo Salvini. Dopo le polemiche di ieri e il duro attacco da parte del capo della diplomazia spagnola che ha fortemente criticato le politiche italiane in tema di immigrazione ora è il turno di Maiorca. Giovedì il consiglio dell'isola delle Baleari, riunito in plenaria, ha infatti approvato una mozione per dichiarare il ministro degli Interni italiano persona «non gradita». A riportare la notizia è il Diario de Mallorca che spiega come la mozione sia stata presentata dai partiti Podemos, Més e PSIB ed è stata approvata all'unanimità dopo due emendamenti proposti da altri partiti.

Salvini 'espulso' da Maiorca
In particolare, il Partito popolare ha chiesto di includere nel testo una denuncia dell'idea prospettata da Salvini di organizzare censimento dei Rom. Podemos si è compiaciuto del sostegno ottenuto dalla mozione, che mirava allo stesso tempo a rendere merito alla «immensa opera umanitaria delle ONG come Proactiva Open Arms, Lifeline, Proemaid o SMH che hanno salvato decine di migliaia di persone da morte certa nelle acque del Mar Mediterraneo». 

L'attacco di Podemos
Podemos ha quindi criticato le «terribili e scandalose» dichiarazioni di Salvini, che «distillano una gravissima ed inquietante xenofobia e un evidente disprezzo nei confronti della vita e della dignità umana». Il testo approvato condanna anche «l'assenza di garanzie di conformità ai diritti umani offerte dalle politiche migratorie europee».