10 dicembre 2019
Aggiornato 02:30
Expo 2015

Inaugurato il Villaggio di Save the Children

Inaugurato oggi ad Expo 2015 il Villaggio Save the Children, alla presenza del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, di rappresentanti delle Nazioni Unite, dell'Unione Europea, del Parlamento Italiano, di 'Save the Children e dei partner dell'Organizzazione che hanno deciso di affiancarla nello sfidante progetto per Expo.

Presidente della Camera sulla Carta di Milano

Boldrini: Expo occasione unica per la sfida agli sprechi del cibo

La presidente della Camera, Laura Boldrini scrive che i paradossi relativi alla ripartizione del cibo nel mondo sono «intollerabili» e con «Expo e la Carta di Milano, che rilancia il valore della partecipazione, l'Italia ha un'occasione unica». Con la Carta di Milano che viene presentata oggi si esprime «l'ambizione di non chiudere più gli occhi davanti alle contraddizioni».

Gossip

La rete «massacra» Gwyneth Paltrow

L'attrice ha aderito alla campagna di sensibilizzazione contro la fame lanciata dalla ong di New York "Food bank" e coordinata dallo chef Mario Batali. Ma il cibo scelto sembra quello di una dieta.

Terrorismo islamico

Mancano i fondi, sospesa l'assitenza alimentare ai rifugiati siriani

Come si legge in un comunicato diffuso dallo stesso WFP, il programma di buoni alimentari permette ai rifugiati siriani poveri, in Giordania, Libano, Turchia, Iraq ed Egitto, di acquistare cibo nei negozi locali. Senza i buoni alimentari molte famiglie soffriranno la fame.

L'allarme del PAM

Oltre l'Ebola la fame

Questa la minaccia che incombe sui tre Paesi dell'Africa Occidentale dove il virus ha già causato la morte di oltre 5.000 persone. Anche l'Onu ha lanciato l'allarme, denunciando come «la regione sia ora sull'orlo di una grande crisi alimentare».

Per un mondo senza fame

Agricoltura, si apre forum di Greenaccord

«I nostri Forum - spiega il presidente di Greenaccord Onlus, Alfonso Cauteruccio - si sono sempre dimostrati strumento in grado di trasformare le analisi e i suggerimenti degli esperti in politiche pubbliche utili all'uso razionale delle risorse naturali»

Fame nel mondo

38 paesi raggiungono gli obiettivi anti-fame stabiliti per il 2015

«Questi paesi aprono la strada a un futuro migliore, e sono la dimostrazione pratica che con una forte volontà politica, con il coordinamento e la cooperazione, è possibile ottenere una riduzione rapida e duratura della fame», ha affermato il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva

Fame nel mondo

Assegnati all’UE, al Guardian, e a un’ONG indiana gli Awards della FAO

L'Unione Europea è stata premiata per l'iniziativa che ha promosso in risposta alla crisi dei prezzi alimentari del periodo 2008-2011, al Guardian, per aver fatto meglio comprendere all'opinione pubblica mondiale i problemi dello sviluppo, all'ONG SEWA per il suo lavoro a sostegno delle donne indiane povere

Chiesa Cattolica

«Papa Francesco può aiutare a combattere fame e povertà estrema»

Graziano da Silva partecipa alla Messa inaugurale in Vaticano anche a nome del Segretario Generale dell’ONU: «Guardiamo a Papa Francesco come un sostegno importante per diritti ed i bisogni dei bambini più vulnerabili, delle donne e degli uomini dovunque essi siano»

Lanciato in quattro paesi

Progetto pilota della FAO «La voce degli affamati»

Il nuovo approccio si basa sulla raccolta d'informazioni circa le dimensioni e la gravità della fame dalle stesse popolazioni che soffrono d'insicurezza alimentare, mediante un sondaggio annuale attentamente concepito da condurre in collaborazione con la Gallup

L’ONU celebra il «super cibo» delle Ande

Lanciato l’Anno Internazionale della Quinoa

La quinoa può avere un ruolo importante nell'eliminazione di fame, malnutrizione e povertà, ha affermato oggi il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva nel corso della cerimonia ufficiale per il lancio dell'Anno Internazionale della Quinoia, che si è svolta presso la sede dell'ONU

Il nuovo rapporto shock sulla fame nel mondo

FAO: 870 milioni di persone senza acqua né cibo, il 15% della popolazione mondiale

La maggioranza delle persone che soffrono la fame vive nei paesi in via di sviluppo, e rappresenta il 15% della loro popolazione complessiva, mentre i restanti 16 milioni vivono nei paesi sviluppati. Nel periodo compreso tra il 1990-92 e il 2010-12 il numero totale delle persone che denutrite è diminuito di 132 milioni, passando dal 18,6% della popolazione mondiale

Summit olimpico sulla fame

In aumento i bambini malnutriti

Rapporto di Save the Children. Riprende a crescere nel mondo il numero di bambini che soffrono la fame, con 1.500.000 bambini colpiti da malnutrizione acuta in più fra il 2005 e il 2010 rispetto agli anni precedenti. In totale sono 58.7 milioni i bambini gravemente malnutriti

Fame nel mondo

Picco di malnutrizione per i bambini del Sahel

L'allarme dell'UNICEF: Il numero di bambini colpiti da grave malnutrizione toccherà un livello record la prossima settimana nel Sahel, risultato di due cause congiunte, il colera e le cavallette

Fame nel mondo

Niger, la crisi alimentare può far aumentare le «spose bambine»

L'allarme dell'Unicef raccolto oggi dal «Washington Post». Il Paese africano vanta già oggi il primato mondiale per il più alto numero di matrimoni precoci, con circa una bambina su due che convola a nozze prima di compiere 15 anni, in alcuni casi anche a soli 7 anni

Per la lotta alla fame e ai cambiamenti climatici

ENEL e WFP presentano a Durban le attività congiunte

L’accordo prevede investimenti complessivi fino a otto milioni di euro per l’installazione di cucine «verdi», impianti fotovoltaici e per il sostegno a interventi umanitari

Emergenza Corno d'Africa

Somalia, 336.000 bambini colpiti da malnutrizione acuta

L'allarme dell'UNICEF: «Servono 15 milioni di dollari per programma di sussidi e alimenti. La carenza di cibo sul mercato locale ha causato nell'ultimo anno un forte aumento dei prezzi»

Emergenza Corno d'Africa

WFP: «Più cibo per via aerea»

Più apporto nutritivo per bambini nei campi e nelle zone della siccità

Emergenza Corno d'Africa

I bambini muoiono in silenzio all'ospedale Banadir

Un'Infermiera: «Tanti sono troppo malati». Unicef: «Corsa contro il tempo per salvare bambini». Fao: «Abbiamo i mezzi, ma mancano i fondi contro la siccità»