22 luglio 2019
Aggiornato 16:00
Lotta alla fame nel Mondo

Jeremy Irons con la FAO per abbattere sofferenze

La Lollobrigida dona una Ferrari, il Direttore Generale Diouf: «Circa un miliardo di persone soffrono la fame e la malnutrizione»

ROMA - Jeremy Irons, Dee Dee Bridgewater, Roberto Baggio, Marco Masini, il senegalese Badara Seck e altre celebrità sono state ingaggiate oggi dalla Fao per prestare il loro volto (e la loro voce) alla lotta contro la Fame, nella 31esima Giornata mondiale dell'alimentazione, dedicata quest'anno all'argomento: «Prezzi degli alimenti, dalla crisi alla stabilità».

La Lollobrigida dona una Ferrari - Davanti al piazzale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite, che celebra inoltre quest'anno il sessantesimo anniversario del trasferimento da Washington a Roma, era parcheggiata in bella vista una Ferrari rosso-nera, dono della mitica attrice Gina Lollobrigida, anche lei tra i vip presenti. «Il divario tra ricchi e poveri non smette di allargarsi», ha dichiarato l'attore inglese Jeremy Irons, «orgoglioso» di essere divenuto oggi ambasciatore di buona volontà per la Fao.

Diouf: «Un miliardo di persone soffrono la fame» - Nell'aula plenaria dell'organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite a Roma si è discusso della volatilità dei prezzi delle derrate alimentari: «Circa un miliardo di persone soffrono la fame e la malnutrizione, cioè un settimo della popolazione mondiale», ha ricordato il direttore generale Jacques Diouf, sottolineando che è «in pericolo il diritto umano fondamentale a nutrirsi in modo corretto». Secondo lui la situazione di carestia nel Corno d'Africa, va vista come «una lezione», mentre servono «80 miliardi di investimenti aggiuntivi in agricoltura», per accrescere la produzione e le riserve entro il 2050.