> <
RSS

Nessun sostegno a Renzi sulle riforme, ma no alle urne

Il leader di Forza Italia ha convocato a Villa Certosa un tavolo con alcuni big azzurri per fare il punto della situazione. Oltre a Brunetta, Romani e Bergamini, anche Toti, con cui i rapporti sembrano essersi raffreddati. Sulla questione Lega, Forza Italia sembra più propensa alla chiusura, ma intanto si pensa a programmi e nomi comuni per il centrodestra

Bergamini: l'Italia non sia una gigantesca area parcheggio della disperazione

«Se vogliamo evitare che l'Italia si trasformi nel giro di pochi anni in una gigantesca area parcheggio della disperazione dobbiamo vincere una battaglia che si trascina da troppo tempo affinché il nostro Paese non sia lasciato solo nella gestione dei flussi migratori». Lo scrive sul suo blog (www.deborahbergamini.it), la deputata e responsabile comunicazione di Forza Italia, Deborah Bergamini.

Berlusconi: E' guerra con Verdini

Forza Italia ha scelto i suoi candidati presidente nelle Regioni in cui si vota a fine maggio, compresa la Puglia dove viene confermato l'appoggio ad Adriana Poli Bortone e dunque la guerra aperta a Raffaele Fitto. Resta però anche un altro nodo da sciogliere per il leader azzurro, che è poi quello della Toscana, o per meglio dire del rapporto con Denis Verdini.

Tra Alfano e il Cavaliere è nuovo amore

I toni tra Forza Italia e Ncd, da qualche giorno, sembrano essersi decisamente addolciti: all'orizzonte si intravede un riavvicinamento tra i due leader, che infatti sembra abbiano avuto un conttato telefonco a cui dovrebbe seguire un incontro. Non più odore di «tradimento», quindi, in casa Forza Italia.

Salvini: «In 20 giorni costruiamo la Lega al Sud»

Il segretario della Lega, Matteo Salvini, in conferenza stampa alla Camera, ha annunciato che in meno di tre settimane il partito del Carroccio coinvolgerà nelle sue politiche anche il meridione, un progetto aperto che - dalle parole di Salvini - dovrebbe riuscire ad arrivare a chiunque, in Italia, condivida gli stessi valori della Lega Nord.

Bergamini (FI): «Niente carcere per Storace»

Nel 2007 il leader de La destra, Francesco Storace, dava dell'«indegno« al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Il 21 ottobre prossimo vi sarà il processo in cui Storace è accusato di vilipendio: pena prevista da uno a cinque anni e l'interdizione dai pubblici uffici. In difesa di Storace parla Deborah Bergamini, di Forza Italia.

Fi: Non arrestate Galan

Alla vigilia del voto dell'Aula di Montecitorio, alcuni esponenti di Fi chiedono che il parlamento sia solidale con le condizioni di salute di Gianfranco Galan. Per Capezzone: «La carcerazione preventiva è la negazione del diritto alla propria difesa».

Fi: In arrivo tasse, lacrime e sangue

Per alcuni esponenti di Fi, non è escluso che si debba arrivare a un prelievo forzoso dai conti correnti delle famiglie italiane, per far fronte alla drammatica situazione dei conti pubblici in rosso e rispettare La Legge di Stabilità. Per Brunetta: "Il silenzio di Padoan sulla situazione è davvero preoccupante."

> <