7 maggio 2021
Aggiornato 12:30
I fedeli del Cavaliere per il Nazareno

FI: «Bravo Berlusconi ad accettare il compromesso»

Ieri a Roma si è svolto il tanto atteso incontro tra il premier, Matteo Renzi, e il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, per un confronto sulle probabili modifiche al testo della legge elettorale. Oggi arrivano i commenti di sostegno degli esponenti di Fi.

ROMA - Ieri a Roma si è svolto quello che il premier, Matteo Renzi, ha definito l'«ultimo incontro» con l'ex presidente del Consiglio e leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. Il vertice prevedeva un'interessante quanto bollente discussione sulle modifiche al testo della legge elettorale. «Non c'è nulla di contraddittorio nel risultato del vertice di ieri tra Berlusconi e Renzi: che non si trovi un'intesa su tutti i punti oggetto di confronto succede normalmente quando si tratta di conciliare esigenze diverse e sempre quando si deve comporre una nuova legge elettorale». Lo ha detto, a Sky Tg24, la responsabile comunicazione di Forza Italia, Deborah Bergamini, rispondendo a chi le chiedeva se le distanze tra Forza Italia e Pd su soglie di accesso e premio alla lista non contraddicessero il patto del Nazareno.

BERGAMINI: AL PAESE SERVE REALE GOVERNABILITÀ - Continua il suo intervento, la deputata Bergamini, affermando che «Nessuna legge elettorale è perfetta perché deve rispondere ad esigenze diverse. Il dato significativo dell'incontro di ieri è che i due leader di Forza Italia e Pd hanno confermato la volontà di portare avanti con convinzione un accordo che, ricordiamolo, non riguarda solo la legge elettorale ma anche le riforme costituzionali. L'intenzione comune è fare un buon lavoro in Parlamento con l'obiettivo di dare al Paese una reale governabilità, per consentire a chi vince le elezioni di poter governare. Ci sono degli aspetti negativi per Forza Italia nell'impianto della nuova legge elettorale, è vero, ma è altrettanto vero che intendiamo andare avanti nel percorso riformatore nell'interesse del Paese».

REPETTI: RENZI-BERLUSCONI PER MODERNIZZARE L'ITALIA - A dare man forte all'opinione della deputata Deborah Bergamini è la compagna di partito Manuela Repetti. Secondo la senatrice di Forza Italia, infatti, quello tra il premier e il leader di Fi è stato un accordo alla cui base vi è l'idea salda di modernizzare il Paese. Afferma, infatti, Manuela Repetti: «L'accordo fra Berlusconi e Renzi è un'occasione imperdibile per modernizzare finalmente l'Italia anche dal punto di vista istituzionale. Ed è un accordo che premia il patriottismo e la lungimiranza politica del Presidente Berlusconi. Ora Forza Italia senza distinguo ha il dovere morale di testimoniare la propria unità e soprattutto la propria maturità politica e senso di responsabilità nazionale attorno al Presidente Berlusconi»