18 agosto 2022
Aggiornato 13:00
Politica

Tutti contro Grillo che esulta per la chiusura dell'Unità

Proteste bipartisan per il nuovo post del leader del Movimento 5 stelle si felicita per la chiusura del quotidiano

ROMA - Proteste bipartisan per il nuovo post di Beppe Grillo, dove il leader del Movimento 5 stelle si felicita per la chiusura del quotidiano l'Unità.

BERGAMINI (FI), UNA PESSIMA USCITA - La responsabile comunicazione di Forza Italia, Deborah Bergamini: «Esultare per il rischio di chiusura di una testata giornalistica come 'L'Unità', ironizzare sul destino dei giornalisti che potrebbero perdere il proprio posto di lavoro, definire 'ottima notizia' la scomparsa dei giornali, è quanto di più lontano esista dal buon senso, dal rispetto del ruolo democratico della stampa e dell'informazione, dalla tutela della democrazia stessa. E infatti questa pessima uscita viene da Grillo»

SAVINO (FI), GRILLO PERICOLOSO - Elvira Savino​, deputata di Fi attacca: «Grillo è contento se un giornale rischia di chiudere perché se nella sua setta entra l'informazione (che non è ammessa) poi va a finire che i seguaci non crederanno più alla sua propaganda. L'attacco dell'ex comico contro l'Unità è oltretutto meschino perché mira ad irridere lavoratori che vedono a rischio il loro posto». La deputata esprime «solidarietà ai giornalisti dell'Unità. Grillo è un pericolo per la democrazia nel nostro Paese e non è da oggi che lo diciamo».

DE MICHELI (PD), OMAGGIO A FARAGE? - Paola De Micheli, vice capogruppo vicario del Pd alla Camera: «Gli insulti di Grillo all'Unità sono insulti alla libertà e alla democrazia. In qualsiasi paese quando un giornale rischia di chiudere è una cattiva notizia perché viene meno comunque un luogo di confronto e di conoscenza. Solo la mediocrità intellettuale dell'ex comico ne può gioire. Ci dispiace - ha aggiunto - per i grillini in buona fede: che sia il primo omaggio al populismo di destra di Farage, il nuovo alleato europeo? Al giornale fondato da Gramsci, l'augurio di trovare presto una via di uscita che gli consenta di vivere ancora a lungo».

CANTINI (PD), GRILLO SCIACALLO - Laura Cantini, componente della direzione Pd​: «Grillo è tornato a fare lo sciacallo, prendendo di mira L'Unità. Per i leader del M5S i giornali sono inutili, per impartire gli ordini ai suoi basta e avanza un blog. L'alleanza con Farage ormai è sempre più stretta - aggiunge la parlamentare - Grillo cavalca con grande naturalezza i temi della destra più becera. Augurarsi la chiusura di una storica testata e più in generale di tutta la stampa dice molto della cultura politica che sta caratterizzando il M5S. Esprimo la mia solidarietà all'Unità e ai due giornalisti citati dall'ex comico, Maria Novella Oppo e Toni Jop», conclude Cantini.

VERINI (PD), FA VENIRE I BRIVIDI - Walter Verini, Pd, capogruppo in commissione Giustizia: ​«Definire una buona notizia il rischio di chiusura de l'Unità, come ha fatto Beppe Grillo, fa venire i brividi. L'Unità - ricorda - venne chiusa anche dal fascismo e quel regime salutò quella sopraffazione come una buona notizia. Grillo dovrebbe chiedere scusa: per quello che ha rappresentato e rappresenta questo giornale per la democrazia italiana. E dovrebbe chiedere scusa ai lavoratori di quel giornale che si battono per il futuro della testata».