15 settembre 2019
Aggiornato 23:30
MotoGP | Gran Premio d'Olanda

Dovizioso sfiora il miglior tempo, Lorenzo arretra

Desmodovi gira a soli 79 millesimi dalla pole di Marquez, ma non gli basta per entrare in prima fila. Perde posizioni il suo compagno di squadra, solo decimo

MotoGP | Gran Premio di Catalogna

Beltramo: Jorge Lorenzo è tornato il martello di un tempo

Nel turno del mattino c'è stata la bella novità di Valentino Rossi, ma nella seconda sessione di libere del pomeriggio il più veloce è stato il futuro pilota Honda

MotoGP | Gran Premio di Spagna

Risorge Lorenzo, Dovizioso evita il peggio

Su una pista che ama come quella di Jerez, arriva un nuovo ringhio di Jorge, che centra il quarto posto. Dovizioso supera indenne l'eliminatoria ed è ottavo

MotoGP | Gran Premio d'America

«Troppo sporco e troppe buche», e la Ducati soffre

I piloti della Rossa di Borgo Panigale, da Jorge Lorenzo ad Andrea Dovizioso a Danilo Petrucci, sono tra i più aspri critici dell'asfalto del circuito di Austin

MotoGP | Test Buriram

Ducati a due velocità: Dovizioso sorride, Lorenzo no

Andrea conclude i tre giorni di prove in Thailandia settimo e soddisfatto. Jorge, invece, non si trova con la Desmosedici 2018 e prova a tornare alla vecchia

MotoGP | Test Sepang

Riecco Jorge Lorenzo: è da record e... da Mondiale

I test pre-campionato in Malesia si chiudono nel segno di Por Fuera, che dimostra di aver trovato il giusto ritmo con la Ducati: fa segnare il miglior tempo di sempre

MotoGP

Dall'Igna: «Contento di Dovizioso, non di Lorenzo»

Il direttore generale della Ducati traccia un bilancio fatto di luci ed ombre della stagione appena conclusa. E svela i piani per lottare per il Mondiale anche nel 2018

MotoGP | Gran Premio della Malesia

Lorenzo sbaglia, Dovizioso vince: gioco di squadra Ducati?

Quel lungo al diciottesimo giro che ha aperto le porte del successo ad Andrea è stato davvero un errore, oppure Jorge ha voluto dare una mano al suo compagno per il campionato?

MotoGP | Gran Premio d'Australia

Valentino Rossi e Lorenzo, venerdì no per gli ex compagni (e rivali)

Il Dottore continua a non trovarsi a proprio agio su una delle sue piste preferite con l'ultimo modello della sua Yamaha, come accadde già durante i test invernali. Jorge, invece, punta il dito contro la nuova carena della Ducati, che pure ha utilizzato con soddisfazione fin dal rientro dalla pausa estiva

MotoGP

Mr MotoGP scommette su Lorenzo: «Nel 2018 sarà da Mondiale»

Il suo esordio in Ducati somigliava molto al calvario dell'acerrimo rivale Valentino Rossi. Poi, però, Jorge ha iniziato a crescere gradualmente, e ad affacciarsi sempre più spesso in testa. Tanto che il grande patron del Motomondiale, Carmelo Ezpeleta, è convinto che l'anno prossimo lotterà per il titolo

MotoGP | Mercato piloti

Dalla Spagna la pazza idea sul futuro di Lorenzo (che non piace a Rossi)

I rapporti tra Jorge e la Ducati si sono già logorati in mezza stagione, per colpa dei suoi risultati deludenti. Così, una testata iberica lancia una clamorosa ipotesi per il 2019: Por Fuera alla Honda al posto di Dani Pedrosa. La casa di Tokyo ci provò già l'anno scorso, ma fu Marc Marquez a dire di no

MotoGP | Gran Premio di Germania

Nell'acqua delle qualifiche affogano Valentino Rossi e Dovizioso

Il Dottore conferma lo scarso feeling tra la sua Yamaha e il circuito del Sachsenring, fermandosi in nona posizione (con il suo compagno di squadra Maverick Vinales addirittura undicesimo). Desmodovi, invece, subisce un calo inaspettato degli pneumatici, mentre Jorge Lorenzo è un buon sesto

Intervista esclusiva per il Diario Motori

Il punto della MotoGP con Beltramo e Pernat: chi ha sorpreso e chi ha deluso

Il nostro Paolone e il veterano dei manager del Motomondiale tracciano un primo bilancio dopo un terzo di stagione: «La sorpresa è la Ducati, grazie anche ad un'ottima unità della squadra. In Yamaha, invece, l'ambiente si sta guastando, e anche in Honda dove Pedrosa mette il naso fuori»

Intervista esclusiva per il Diario Motori

Saderini: «Ducati non vince in Superbike? Ha speso troppo per Jorge Lorenzo»

L'inviata di Mediaset nel Mondiale delle derivate di serie fa il punto sul campionato alla vigilia del weekend di casa a Misano: «Kawasaki irraggiungibile, ma alla Rossa mancava poco poco, peccato che le risorse sono venute un po' a mancare perché l'azienda ha puntato sulla MotoGP»

La gestione dei piloti a Borgo Panigale diventa critica

Il povero Dovizioso bastona lo strapagato Lorenzo: ora la Ducati ha un problema

Come si può giustificare lo stipendio da 12 milioni all'anno garantito a Por Fuera, quando Desmodovi che ne incassa appena 1,5 ora lotta per il Mondiale? E, soprattutto, quale direzione seguire nello sviluppo tecnico: quella dello spagnolo che vuole meno sottosterzo o quella dell'italiano che vuole andare avanti così?

La Desmosedici è una moto sempre più solida

La Ducati ci riprova, con Lorenzo e Petrucci al debutto in prima fila

Jorge era già partito con pista libera davanti a sé per otto anni di seguito su questa pista, ma mai con la Rossa. Per Danilo, invece, è un esordio assoluto. E poi c'è Andrea Dovizioso, settimo sul giro secco ma molto più fiducioso sul passo gara. La vittoria del Mugello, insomma, non sembra un fuoco di paglia

La Desmosedici si inserisce nella lotta tra le migliori moto

Dovizioso-Petrucci: «Ora farete i conti anche con la Ducati». Manca solo Lorenzo...

Il doppio podio del Mugello ha rilanciato le aspettative della Rossa di Borgo Panigale, che a una sola settimana di distanza ambisce a ripetere il risultato positivo (gomme permettendo, naturalmente). L'unico protagonista che continua a mancare è Por Fuera: «Ma non sento pressione»

Già superato il weekend nero di Le Mans

I test di Barcellona rilanciano Jorge Lorenzo: «E se al Mugello vincessi io?»

Nella giornata di prove private di ieri ha girato a meno di due decimi dalla Honda di Marc Marquez, e ha apprezzato perfino il nuovo pneumatico anteriore più rigido a cui inizialmente si era opposto. Tanto da concedersi una pazza idea: «Domenica prossima, in casa Ducati, non si sa mai»

Atmosfera di alta tensione alla Rossa

Jorge Lorenzo, il solito attaccabrighe: litiga con un altro pilota e con il suo boss

Basta che la sua Ducati torni in fondo alla griglia di partenza per rivedere il Por Fuera nervoso che conosciamo ormai da anni. Prima, in commissione sicurezza, volano insulti con il collega Jack Miller, poi nel suo box battibecca con il team manager Davide Tardozzi