2 giugno 2020
Aggiornato 08:00
Incidenti petroliferi

Quanto è costata la Marea nera a British petroleum

Bp risarcirà gli Stati uniti con 18,7 miliardi di dollari per il disastro ambientale della piattaforma Deepwater Horizon, nel 2010, in cui morirono 11 persone e vennero sversati in mare milioni di barili di petrolio. L'incidente, definito dalle autorità americane il peggiore di sempre provocò la formazione di una marea nera che ricoprì le acque del Golfo del Messico per 3 mesi

Anche Italia a rischio con dl Sblocca-Italia

A 5 anni dalla Marea Nera continuano gli sversamenti nel Golfo del Messico

Il 20 aprile 2010 un'enorme chiazza di petrolio ricoprì le acque a largo degli Usa dopo l'esplosione a bordo della piattaforma petrolifera Deep Water Horizon. Morirono 11 persone e vennero rilasciate in acqua 500mila tonnellate di greggio. Due settimane fa un incidente a largo del Messico ha provocato l'ultima fuoriuscita di oro nero che è stata taciuta, denuncia l'associazione

Disastro Deepwater Horizon

Marea nera, arrestato ex ingegnere della BP

Ha distrutto le prove del disastro. Cancellati centinaia di sms su quantità di greggio fuoriuscito. Lo ha riferito il Segretario alla Giustizia, Eric Holder. Si tratta del primo provvedimento penale nei confronti di un lavoratore implicato nell'incidente

Disastro Deepwater Horizon

Marea nera: BP patteggia il risarcimento, ma il Governo USA va avanti

Ieri il gigante petrolifero britannico ha raggiunto un accordo extragiudiziale da 7,8 miliardi di dollari con le migliaia di persone parti lese della marea nera del 2010. La società petrolifera ha precisato che l'accordo non rappresenta un'ammissione di colpa

Disastro della Deepwater Horizon

Marea Nera, per BP accordo extragiudiziale da 7,8 miliardi

Ma è un'intesa parziale, solo con i ricorrenti privati, che dovrà poi ottenere il nulla osta della giustizia. Il processo, che doveva cominciare lunedì prossimo, è stato rinviato di una settimana

Il disastro della Deepwater Horizon

La British Petroleum chiede 20 miliardi di danni alla Halliburton

Per recuperare costi e spese per la pulizia del Golfo del Messico. Nel dicembre scorso, British Petroleum ha accusato la Halliburton di aver distrutto alcune prove relative all'esplosione sulla piattaforma off-shore «Deepwater Horizon»

Ambiente

Legambiente: l'Italia a rischio marea nera

L'associazione ambientalista: «Non siamo pronti alle emergenze. Ogni anno il nostro Paese movimenta oltre 343 mln tonnellate di prodotti petroliferi»