15 luglio 2020
Aggiornato 06:30
Marea nera

Un messaggio in bottiglia per il figlio morto in guerra

Ripescato dai tecnici impegnati nella bonifica del Golfo del Messico

NEW YORK - Un messaggio in bottiglia scritto dalla madre di un soldato britannico morto in Afghanistan è stato ritrovato dagli operatori impegnati nella bonifica del Golfo del Messico dopo lo sversamento di petrolio della Bp.

Sarah Adams, 43 anni, era in vacanza alle Barbados quando scrisse il messaggio in ricordo del figlio, James Prosser, 21 anni, affidandolo poi alle acque dei Caraibi, lo scorso 5 gennaio. «Misi il messaggio in una bottiglia di Sambuca, perchè era la bevanda preferita di James - ha raccontato la donna al Daily Mail - il messaggio era tutto su James, su quanto lo amassi e su quanto mi mancasse. Volevo che tutti fossero coscienti del fatto che siamo responsabili del mondo in cui viviamo e che non dimenticassero i soldati che hanno sacrificato la loro vita. Era una lettera aperta a chiunque l'avesse rinvenuta, ma non pensavo mai di rivederla. Sono felice che sia stata ritrovata da persone tanto generose e che James abbia commosso anche loro».

Gli operatori al lavoro nel Golfo del Messico si sono infatti tanto commossi alla lettura del messaggio, da rispondere alla donna: «Le parole non possono esprimere la nostra più sentita simpatia verso la sua famiglia per la perdita di James. La vostra lettera ricorda un giovane uomo straordinario, molto amato dalla sua famiglia e dai suoi amici. Vogliamo esprimere la nostra gratitudine a James per il suo lavoro in Afghanistan e sottolineare il coraggio, la forza e l'audacia necessari per prestare servizio nelle Forze armate. Sei nei nostri pensieri e continueremo a pregare perchè i nostri soldati sparsi nel mondo tornino. Ritrovare la bottiglia è stato un evento che non dimenticheremo mai». Gli operatori hanno anche inviato alla donna una maglietta con le loro firme e una fotografia che li ritrae con la bottiglia.

James Prosser è morto lo scorso settembre nell'esplosione di una bomba piazzata sulla strada nella regione di Helmand, nel sud dell'Afghanistan.