7 luglio 2020
Aggiornato 10:30
Marea nera

L'Ammiraglio Allen è ottimista: emergenza quasi finita

Obama: «La battaglia è quasi vinta». Gli ingegneri della Bp stanno ultimando il pozzo d'appoggio

NEW YORK - Il cemento calato sul pozzo in fondo all'Oceano ha bloccato la fuoriuscita di petrolio. C'è ancora cautela, ma l'ottimismo è forte. «La battaglia è quasi vinta», ha detto Barack Obama. «Il tappo si è cementificato, la saldatura è solida», gli ha fatto eco l'ex ammiraglio Thad Allen, a capo delle operazioni di pulizia nel Golfo del Messico. Intanto gli ingegneri di Bp stanno completando le trivellazioni di un secondo pozzo d'appoggio che dovrebbe arrestare in modo permanente le perdite di petrolio che inquinano le acque del golfo da ormai 12 mesi. La speranza è che i due pozzi possano essere collegati alla fine della settimana.

È dal 15 luglio che il petrolio non esce più dal pozzo ricoperto da un strato di centinaia di tonnellate di cemento. Ma gli ingegneri di Bp e gli esperti del governo americano hanno sempre sostenuto che la soluzione finale è quella di far confluire il petrolio in un secondo pozzo d'appoggio. «Quest'ultimo passaggio, ne siamo certi, metterà la parola fine all'emergenza», ha dichiarato l'ammiraglio Allen, in partenza per la Louisiana, dove resterà 3 giorni per sorvegliare le operazioni di pulizia.

Dal 20 aprile, giorno dell'esplosione della piattaforma Bp, si sono riversati nelle acque del Golfo circa 784 milioni di litri di petrolio, il più grave disastro ambientale della storia americana. Nell'incidente sono morti 11 dipendenti. E il colosso petrolifero finora ha speso 6,1 miliardi di dollari per ripulire le acque e risarcire le vittime.

Le operazioni di pulizia continuano frenetiche. Allen è in viaggio per la Louisiana. E i prossimi giorni potrebbero rivelarsi decisivi per chiudere definitivamente l'emergenza.
L'incognita è il maltempo. Le previsioni non sono buone. Verso la Florida si avvicinano una serie di tempeste. Pioggia, venti forti, e mare mosso. Secondo i meteorologi, le possibilità che si sviluppino tempeste tropicali sono molto basse, ma il maltempo rischia comunque di ostacolare l'attivita della Guardia Costiera e degli ingegneri di Bp.