26 maggio 2020
Aggiornato 14:30
il 5 luglio

Confcommercio Fvg in assemblea regionale a Pordenone

Sarà l’occasione per fare il punto della situazione sull’economia del territorio. La giornata sarà anche occasione per il cambio della guardia alla presidenza e alla direzione regionale

Riecco la deflazione

Torna la deflazione in Italia, ad ottobre prezzi giù dello 0,1%

L'Italia torna in zona deflazione. La flessione è determinata soprattutto dal calo dei prezzi dei beni energetici e secondo Confcommercio bisognerà attendere il 2017 per vedere segnali di ripresa. Ma il dato di ottobre è pericolodo

dal teatro la fenice di venezia

Confcommercio, il messaggio di Sangalli a Renzi: «Meno tasse e meno sprechi per far ripartire il paese»

Il messaggio del presidente di Confcommercio al premier è stato forte e chiaro. Secondo Carlo Sangalli: "Il confronto tra istituzioni e parti sociali è indispensabile per il funzionamento della democrazia" e i corpi intermedi non sono la zavorra del paese. Meno tasse e meno sprechi pubblici sono l'unica strada per vincere la crisi

Ma restano elementi incertezza su fiducia famiglie e imprese

Confcommercio vede la ripresa dei consumi

Migliorano i consumi, con una crescita congiunturale ad aprile dello 0,5%, la più elevata degli ultimi due anni, dopo il -0,1% di marzo. L'incremento tendenziale è dello 0,8% (+0,4% a marzo). Il dato è dell'Ufficio studi della Confcommercio ed esce in occasione dell'assemblea annuale della confederazione, oggi ad Expo Milano.

Assemblea annuale Confcommercio

Sangalli: Il «problema dei problemi» è il fisco

E' la richiesta a governo e parlamento del presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli che, in occasione dell'assemblea annuale, afferma senza mezzi termini: «è ora di procedere a una riduzione generalizzata delle aliquote, senza appesantire questo tributo con intenti ridistributivi».

Segnali di timida ripresa

Confcommercio Fvg festeggia 70 anni nel Castello di Udine

Il presidente nazionale Sangalli: «Terziario protagonista del cambiamento». Poi attacca: «L’attuale pressione fiscale è incompatibile con una ripresa economica». Nei primi mesi del 2015 persi 23 mila esercizi al dettaglio in Italia

Sangalli denuncia: la crisi ha approfondito il divario tra Nord e Sud

Confcommercio: 2014 annus horribilis per il Mezzogiorno

Si studia sui libri di storia; eppure, la questione meridionale è drammaticamente all'ordine del giorno. La denuncia del presidente di Confcommercio, secondo cui la crisi nel 2014 ha approfondito il divario Nord-Sud, è confermata da dati a dir poco scoraggianti. In quasi tutto il Sud, oltre il 40% della popolazione vive nel disagio economico, e le conseguenze sono denatalità ed emigrazione.

L'allarme della Confcommercio

Redditi a livello del 1986

Per ridare slancio all'economia, bisogna puntare sulla crescita estendendo «il bonus da 80 euro a tutti i lavoratori, compresi quelli autonomi», dice il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, a margine della presentazione del Rapporto sui consumi. Redditi fermi al 1986, raddoppiate le spese obbligate. Coldiretti lancia l'allarme deflazione: prezzi agricoli giù del 4,8%

La crisi italiana

Le tasse uccidono la crescita

Secondo i calcoli dell'Ufficio studi di Confcommercio la pressione è pari al 53,2% del Pil, al netto dell'economia sommersa che è intorno al 17,3% del Pil. Si tratta di una percentuale che supera quella di tutti i maggiori paesi nel mondo. La pressione fiscale apparente è pari al 44,1% del PIL.

Legge di stabilità

Sangalli: «Tagliare il carico fiscale o la crisi diventerà sociale»

L'allarme del Presidente di Confcommercio: «Si continua a far quadrare i conti con la leva fiscale e se le cose stanno cosi il 2014 non sarà l'anno della ripresa ma c'è il rischio che la crisi economica si trasformi in crisi sociale»

Elezioni 2013

«Le imprese sono il motore della crescita»

Ad indicare le priorità che il prossimo governo dovrà affrontare è il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, in una videointervista a TM News: «Stop aumento Iva. Semplificazione burocratica e più credito»

Rapporto «Credito e burocrazia»

La stretta creditizia sta «strozzando» le aziende italiane

Da novembre 2011 a giugno 2012 si è registrata una contrazione del credito alle imprese di 32 miliardi. Lo stock dei prestiti è crollato da 1.015 miliardi a 938 miliardi. Questa il dato preoccupante espresso da Confcommercio nel rapporto «Credito e burocrazia», presentato in occasione del Forum dei giovani imprenditori. Sangalli: Uscita tunnel davvero lontana, tornare a crescere

Sangalli: Famiglie non resisteranno senza misure sostegno

Consumi, segnali di stabilizazione a luglio

Nel mese in esame, secondo l'indicatore di Confcommercio, «sebbene il dato tendenziale segnali una consistente riduzione (-3%), il dato congiunturale registra una crescita dello 0,3% ma soprattutto fa segnare il terzo mese consecutivo nel quale i consumi non si contraggono»

La politica economica del Governo Monti

Sangalli: Per l'Esecutivo missione ardua ma non impossibile

Il Presidente di Confcommercio: «Più che mai giusto chiedere più a chi più ha. No ad aumento Iva, non giova alla crescita. L'Italia dei consumi e del commercio è già in recessione»

Assemblea Confcommercio

Sangalli: La ripresa è lenta

«Nel biennio 2008-9 calo consumi 2,9%. Imboccato percorso di uscita dalla recessione»

Sangalli su rinnovi contrattuali

«Era tempo di relazioni sindacali più moderne»

«Questo ‘storico’ accordo va proprio nella linea politica sostenuta da Confcommercio durante la trattativa per il rinnovo dell’ultimo contratto del terziario»

Crisi economica

Incontro tra ABI e Confcommercio sulla crisi internazionale

Faissola e Sangalli hanno ribadito la volontà delle due Associazioni di «continuare a lavorare insieme, per contribuire a ristabilire un clima di fiducia, indispensabile al rilancio dell’economia»