16 settembre 2019
Aggiornato 00:00
Politica monetaria

«Italia impreparata a fine QE, conti pubblici a rischio»

L'allarme di Unimpresa: «Preoccupa la riduzione degli acquisti obbligazioni statali da parte della BCE». Intanto Draghi non scopre le carte in vista di Jackson Hole ma difende le politiche di Francoforte: «Un successo».

Mercati & Impresa

In «mani straniere» oltre il 50% delle aziende italiane quotate in borsa

Questi i dati principali di un rapporto del Centro studi di Unimpresa, secondo il quale nel 2016 le società per azioni hanno perso 260 miliardi di euro di valore, mentre le «quotate» hanno bruciato 126 miliardi di capitalizzazione. In mano alle banche 10% quotate.

Governo Gentiloni

Meloni e Brunetta: il governo regala altri 2 miliardi alle banche

La leader di Fdi: «Evidentemente i 20 miliardi stanziati da Gentiloni pochi mesi fa per salvare MPS non sembravano sufficienti», il capogruppo di Fi alla Camera: «Padoan non si arrampichi sugli specchi»

Sofferenze bancarie

Il motore del credito resta inceppato

Negli ultimi 12 mesi le sofferenze delle banche sono arrivate a quota 203 miliardi e i prestiti alle aziende sono crollati di 12 miliardi. Da febbraio 2016 a febbraio 2017 i crediti deteriorati sono saliti di 7 miliardi in aumento di oltre il 6%.

Dopo il referendum

Referendum, Boccia: «Non sono pentito per aver appoggiato il sì»

Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, non è pentito per aver schierato l'associazione degli imprenditori dalla parte delle riforme e nella lunga notte seguita al voto referendario ha telefonato al premier dimissionario Matteo Renzi

Le imprese italiane stanno con Putin

Russia, ma quale guerra? Imprenditori italiani a Mosca sbugiardano il Corriere

Dopo la pubblicazione di un articolo in prima pagina sul Corriere della Sera intitolato «Clima di guerra in Russia» non si è fatta attendere la reazione degli imprenditori italiani a Mosca, che hanno inviato una missiva al direttore del quotidiano

Studio basato su dati della Banca d'Italia

Sofferenze bancarie: 144 miliardi (il 70% del dovuto) in mano a 32.608 soggetti

Lo sostiene il centro studi di Unimpresa, secondo cui «il 70% dei finanziamenti non ripagati da famiglie e imprese si riferisce a crediti superiori a 500mila». Sul totale delle sofferenze, pari a 201,1 miliardi, «141,4 miliardi sono relativi a finanziamenti oltre il mezzo milione di euro erogati ad appena 32.608 soggetti».

La sede a Trieste

Nasce Unimpresa Mpmi Innovative, voce delle imprese 3.0

Una realtà che sarà guidata da Paolo Bonivento coadiuvato da Elisabetta Cividin, Giuliana D’Antuono e Antonio De Pauli, oltre che, in veste di segretario, da Andrea Santelli

Prestiti alle aziende giù di 20 miliardi

Crescono senza sosta le sofferenze nelle banche

Negli ultimi 12 mesi, da luglio 2014 a luglio 2015, sono cresciute del 16% arrivando a superare i 197 miliardi di euro, in aumento di oltre 30 miliardi. Questi i dati principali del rapporto mensile sul credito del Centro studi di Unimpresa.

All'orizzonte un Fondo di investimento Italo-russo

Nella Russia delle sanzioni, il business italiano non molla

Nessuna società italiana presente a Mosca per ora ha chiuso, ma molte hanno dovuto ridurre la propria presenza. Con un taglio del 20% del personale.

L'allarme dei CAF

Con il nuovo Isee a rischio diversi servizi

Il modello di Indicatore della situazione economica equivalente avrebbe dovuto essere già operativo dal 1 gennaio, ma non è stato ancora raggiunta un'intesa fra Centri di assistenza fiscale e Inps.

Il Tesoro alle prese con 317 miliardi da rinnovare

Le scadenze del debito, la bomba a orologeria del 2015

Un 2015 denso di scadenze per il Tesoro: secondo il rapporto del Centro studi di Unimpresa, i titoli da rifinanziare ammonterebbero a 317 miliardi, tra Bot, Btp, Cct e Ctz. Un trend di crescita che l'Italia manterrà anche nei prossimi anni.

Politiche europee

Inflazione e crescita basse, la BCE resterà a guardare?

Dalla riunione di giovedì del Consiglio direttivo della Banca centrale europea la maggior parte degli analisti non si attende provvedimenti immediati. Per una serie di ragioni

Fiducia dei consumatori ancora in calo

«Autunno nero», la ripresa si allontana

Rientro dalle vacanze difficile per l'economia italiana, come conferma l'indice Istat del clima di fiducia dei consumatori, sceso ad agosto a 101,9 da 104,4 di luglio. Un crollo, in pratica, al punto che Confesercenti invoca un intervento immediato per «invertire il trend» alleggerendo «sensibilmente» il peso del fisco che grava su famiglie e imprese.

La crisi italiana

Adesso anche le tasse si pagano a rate

A luglio boom di richieste per la rateizzazione delle cartelle secondo i dati diffusi da Equitalia. Il mese scorso è stato toccato il record di 156 mila richieste, con una media settimanale pari a circa il doppio di quella registrata nei primi sei mesi dell'anno.

La crisi italian

Il 60% delle imprese fa debiti per pagare le tasse

E' uno degli ultimi risvolti della crisi finanziaria internazionale e della recessione economica, a cui si è aggiunto, nel nostro Paese, un pesante inasprimento della pressione fiscale

La crisi italiana

5 aziende su 8 vedono ancora nero

Secondo il Centro studi di Unimpresa il 62,5% degli intervistati prevede che nei prossimi mesi potrebbe registrarsi un'impennata di dissesti finanziari, stati di crisi o addirittura fallimenti e altre procedure concorsuali

La crisi italiana

Tre aziende su 5 vedono fallimento nel 2013

Il 62,6% delle imprese teme un'impennata di dissesti finanziari. Tra i problemi principali: impossibilità di pagare le tasse, stretta del credito e ritardo dei pagamenti della pubblica amministrazione. Codacons: «consumi alimentari tornati come a fine anni '70»