22 gennaio 2019
Aggiornato 07:30
Giustizia e politica

Travaglio: l'affaire Consip, comunque vada, è un «treno in faccia» a Renzi

Il direttore del Fatto quotidiano, ospite di Otto e mezzo su La7: «Quello che aveva promesso di cambiare tutti i brutti vizi della politica italiana ci si è trovato con mani e piedi dentro. Cioè familismo, affarismo. Ritroviamo il padre del presidente del Consiglio fare affari con un imprenditore che fa affari con il governo»

Movimento 5 stelle

Travaglio: «Raggi incapace ma onesta. M5s? Sprovveduti, gaffeur e pasticcioni»

Il direttore del Fatto Quotidiano a Otto e Mezzo su La7, ha criticato sia i suoi colleghi giornalisti, per «mostrare il truciolo e nascondere la trave» sul caso della sindaca di Roma ma anche gli esponenti del Movimento 5 stelle per aver prodotto liste di cronisti considerati ostili e per apparire come una banda di «sprovveduti, gaffeur e pasticcioni»

In cartellone per “La Contrada”

Marco Travaglio a Trieste, sabato 17 dicembre

Al teatro Bobbio alle ore 20.30, il recital “Slurp”, sul servilismo della stampa e dei media ai politici che “sono riusciti quasi a distruggere l’italia e che si stanno dando da fare per completare l’opera”

Riforma della giustizia

L'immunità parlamentare? Solo una presa in giro

Il caso Azzollini ha confermato come l'autorizzazione all'arresto degli onorevoli si decida solo in base alle convenienze politiche del momento. Ora il ministro Orlando la vuole modificare. Ma si potrebbe anche abolire

Brunetta e Fi fanno quadrato intorno al consigliere

I grillini insistono: «Fuori Verro dalla Rai»

Il Mattinale accusa il presidente della Commissione di Vigilanza Rai, il grillino Roberto Fico, di non essere in potere di espellere dal Cda Rai il consigliere Rai Antonio Verro - incastrato da Il Fatto Quotidiano per una lettera del 2010 in cui chiedeva al premier Silvio Berlusconi di intervenire nelle faccende interne alla Rai. Potere che, secondo i forzisti, spetterebbe solo al Mef.

Gossip

Moric a Corona: «Non mollare»

Messaggio su Instagram per il paparazzo in prigione: «Anche se dopo tutto questo che ci hai fatto e tu lo sai noi ti vogliamo bene per quello che eri una volta e per quello che puoi ancora diventare! Nina e Carlos»

Verdini sotto accusa

Di Battista (M5S): ribelliamoci al Pd diventato P2

Dal blog di Beppe Grillo i pentastellati si scagliano contro Verdini, accusato di essere il vero e unico deus ex machina delle riforme: peccato che sia stato appena rinviato a giudizio per il crack del Credito cooperativo fiorentino, una banca da lui gestita. E il grillino Di Battista non usa mezzi termini: «Chi vota Pd ha pieno diritto di ribellarsi se diventa P2...»