> <
RSS

Milan, e se il problema fosse Bacca?

Il capocannoniere del Milan continua a rivelarsi inutile alla manovra rossonera. Se non timbra il cartellino, il suo apporto alla squadra è nullo e lo sviluppo del gioco inevitabilmente ne risente. Magari è il caso di dare un po’ di fiducia in più al bomber di scorta Lapadula, pronto a sgomitare e lottare per la maglia.

Milan, e se fosse Di Canio la bandiera rossonera?

La scelta di Fassone di puntare su Mirabelli e D’Ottavio per i ruoli chiave di direttore sportivo e capo degli osservatori offre lo spunto per ipotizzare un nome nuovo come bandiera rossonera. Si tratta di Paolo di Canio, ex calciatore del Milan e allenatore di quel Sunderland in cui lavoravano anche i due nuovi uomini mercato del Milan.

Milan, un Bacca così non serve

Ennesima pessima prestazione del centravanti colombiano che aveva illuso i tifosi con la tripletta nella prima giornata contro il Torino. Oggi sembra essere tornato il Bacca svogliato e indolente visto per la gran parte della scorsa stagione e l’insofferenza della piazza cresce ogni giorni di più.

Milan: Bacca, tutto in 24 ore

Rifiutata la prima offerta del West Ham, adesso Carlos Bacca è chiamato a rispondere al rilancio degli Hammers: 4,5 milioni a stagione, da accettare subito oppure rifiutare e partire con il Milan per gli Stati Uniti. Entro 24 ore la partita sarà chiusa.

Bacca gela il Milan, no al West Ham... per ora

Il centravanti colombiano rifiuta l’offerta degli Hammers e spera ancora in un rilancio dell’Atletico Madrid, oggettivamente piuttosto complicato. Galliani invece da parte sua aspetta con ansia il buon esito della trattativa per incassare i quasi 30 milioni pattuiti con il West Ham da reinvestire subito per i nuovi acquisti rossoneri.

Bacca, avvertimento al Milan

Le parole dell’attaccante colombiano lasciano presagire un suo futuro lontano da Milanello, ad appena 12 mesi dal suo arrivo in Italia. Galliani aspetta solo che qualcuno metta sul piatto 30 milioni per Bacca, la cifra spesa per acquistarlo dal Siviglia, dopodiché il trasferimento sarà cosa fatta.

Per Conte debutto in Premier contro il West Ham

Diramato questa mattina il calendario per la prossima stagione del campionato inglese che inizierà il 13 agosto, terminerà il 21 maggio 2017 e che vedrà protagonisti ben quattro allenatori italiani: Antonio Conte al Chelsea, Walter Mazzarri al Watford, Francesco Guidolin allo Swansea e Claudio Ranieri al Leicester.

> <