17 settembre 2019
Aggiornato 16:00

Milan, pronto il blitz per Morata: nel pacchetto c’è anche Zaza

Prende corpo al Milan l’idea di sostituire in blocco il pacchetto di attaccanti centrali. Via Bacca e Lapadula, dentro Morata e magari il vecchio amico dai tempi della Juventus, Simone Zaza. L’unica cosa certa è che all’inizio della prossima settimana partirà l’offensiva per portare il bomber spagnolo a Milanello.

Un'esultanza tipica di Alvaro Morata
Un'esultanza tipica di Alvaro Morata ANSA

MILANO - Ci vorrebbe un amico. Alla domanda su come fare a convincere Alvaro Morata a trasferirsi al Milan - oltre ad un sontuoso contratto e la prospettiva di giocare in una squadra vincente - l’amministratore delegato rossonero Marco Fassone e il suo fido braccio destro Massimiliano Mirabelli devono aver risposto all’unisono in questo modo: ci vorrebbe un amico. Cosa c’è di meglio della presenza di un vecchio compagno in uno spogliatoio del tutto nuovo? Ed ecco allora la geniale idea della dirigenza rossonera. Ai tempi della sua avventura juventina, il centravanti spagnolo aveva in Simone Zaza un amico vero, malgrado la concorrenza spietata per una maglia da titolare. Ogni gol dell’uno o dell’altro era festaggiato con una corsa verso la panchina (dove stazionava uno dei due, non complementari e quindi mai in campo insieme) per abbracciare l’amico fidato. Amicizia durata anche negli anni seguenti, malgrado percorsi diversi che hanno condotto Morata al Real Madrid e l’attaccante italiano prima al West Ham, poi al Valencia.

L’offerta al Real Madrid
Adesso potrebbe essere proprio Simone Zaza la chiave per dare un’ulteriore spinta ad una trattativa che sembra già avviata e che vedrà uno sviluppo definitivo all’inizio della prossima settimana. Per quella data i Blancos di Zidane andranno in vacanza dopo la finale di Champions League contro la Juventus e Morata sarà finalmente libero di testa per iniziare a pensare concretamente al proprio futuro. Già lunedì è previsto un blitz di Fassone e Mirabelli nella capitale spagnola per sottoporre a Florentino Perez l’offerta del Milan per il centravanti ex Juve: 60 milioni di euro. Qualcosa di meno rispetto ai 70-80 chiesti dal Real Madrid, ma una distanza facilmente colmabile

La proposta a Morata
Per quanto riguarda la proposta al calciatore, il Milan ha messo sul piatto un quinquennale da 7,5 milioni di euro a stagione, quasi 8 con i bonus, una cifra importante che ha incontrato subito i favori di Morata e del suo clan. E in aggiunta a questo, ecco il tentativo della dirigenza rossonera di convincere anche Simone Zaza, riscattato dal Valencia per 16+2 milioni di euro, per creare una nuova coppia di bomber che dovrebbe sostituire in blocco Carlos Bacca e Gianluca Lapadula, destinati a nuove avventure. 

Via Bacca e Lapadula
A proposito, per quanto riguarda l’attaccante colombiano, iniziano a trapelare le prime indiscrezioni sulle sue possibili destinazioni. A farsi sotto per mettere sotto contratto l’ex Siviglia ci sarebbe innanzitutto l’Arsenal di Arsene Wenger ma si profila un duello a distanza con i francesi del Marsiglia. Resta da vedere chi arriverà per primo a mettere sul piatto quei 20-25 milioni che Fassone e Mirabelli contano di incamerare dalla sua cessione. Discorso diverso per Gianluca Lapadula: l’ex capocannoniere della serie B, arrivato a 8 gol in maglia rossonera alla fine della stagione, sembra avere grande mercato. In pole position per lui ci sono i due club di Genova e per una cifra tra i 10 e i 12 milioni di euro l'attuale numero 9 del Milan potrebbe partire.