20 settembre 2019
Aggiornato 22:00

Bacca trascina la Colombia, ma per il Milan è in vendita

Decisivo con la sua nazionale, il bomber colombiano non sembra essere entrato nel cuore dei tifosi rossoneri, malgrado i 18 gol segnati in campionato. Galliani ha fissato il prezzo per la base d’asta: si parte dai 15 milioni di euro. Chi offre di più?

MILANO - Un centravanti d’altri tempi. È così che si potrebbe definire Carlos Bacca, attaccante del Milan reduce da una stagione complicata in rossonero, battezzata comunque con 20 gol, 18 in campionato e 2 in Coppa Italia. Il bomber colombiano non è mai entrato nei cuori del popolo milanista, un po’ per il suo atteggiamento indolente che l’ha spesso portato ad essere avulso dal gioco, un po’ perché effettivamente nei momenti chiave della stagione del Milan Carlos Bacca si è eclissato. 

Finale di stagione negativo

Mister 4 in pagella, come è stato ribattezzato negli ultimi due mesi del campionato, non ha fatto nulla per tentare di risollevare una situazione, quella rossonera, già complessa di per sé (ben 8 punti persi dal Sassuolo nelle ultimissime giornate, una finale di Coppa Italia persa contro la Juventus e conseguente addio all’Europa per la terza stagione consecutiva), ragion per cui in via Aldo Rossi hanno iniziato a fare due conti seri sull’opportunità di puntare ancora su di lui oppure cederlo.

Naturalmente ha vinto la seconda opzione. I 30 milioni spesi per acquistarlo nemmeno 12 mesi fa dal Siviglia, pagando la clausola rescissoria fissata dal club andaluso, pesano come un macigno sui bilanci del club rossonero ed è per questo motivo che oggi l’unico argomento di discussione in Casa Milan è il seguente: a quanto vendiamo Bacca?

Ok, il prezzo è giusto

Secondo Gianluca di Marzio, esperto di mercato di Sky, la situazione si sta delineando in maniera netta: «La settimana scorsa c’è stata un’offerta del West Ham per il colombiano di 20 milioni, ma il Milan l’ha ritenuta troppo bassa. I rossoneri non vogliono fare una minusvalenza e quindi Bacca non si muoverà per meno di 26,5 milioni».

Cifra che prima o poi qualcuno consegnerà in busta chiusa a Galliani, anche perché il bomber dei Cafeteros sta facendo sfracelli con la sua nazionale in Coppa America, conducendo la Colombia già al turno successivo.

Arriva Pavoletti

Lui, Carlitos lo spietato, non si espone, anzi rispedisce al mittente ogni possibile riferimento all’immediato futuro: «Sono molto contento ma adesso penso solo alla Nazionale. Sono felice per la squadra, per il gol, per come ho giocato e perché abbiamo lavorato bene. E magari possiamo pure vincere la Coppa America».

La sensazione è che Bacca sia tutt’altro che ben disposto riguardo la possibilità di disputare un’altra stagione senza la vetrina europea. Per questo al Milan già si guardano attorno e hanno bloccato il genoano Pavoletti. L’ennesimo segnale del ridimensionamento rossonero.