22 settembre 2018
Aggiornato 09:30

De Roon e Petagna: tra Milan e Atalanta prove di alleanza

La cessione di Petagna al club orobico (trasferimento a Bergamo la prossima estate) potrebbe suggellare una nuova alleanza di mercato. Tra Adriano e Galliani e Luigi Sartori, diesse nerazzurro, si è parlato di tanti nomi, anche in ottica Milan. L’obiettivo rossonero però non è Grassi, ma l’olandese De Roon.

Come arriva il Milan al big match con la Juve

Quello che una volta era l’incontro decisivo per le sorti dello scudetto oggi ha in palio solo il sesto posto. Ma le ambizioni delle due squadre erano tarate su ben altri traguardi. Ecco perché l’incontro di sabato allo Juventus Stadium può risultare decisivo: chi vince si rilancia, chi perde dice addio ai sogni di gloria.

Milan: Berlusconi, basta prese in giro

Il numero uno rossonero, apparso decisamente infastidito dalla prova incolore del suo Milan, pare aver esaurito la pazienza. Ancora una volta i rossoneri sono stati schiacciati dallo strapotere tattico degli avversari. Le assenze di Bertolacci e Bonaventura non possono certo giustificare un passo indietro così evidente.

Mihajlovic e Galliani alla prova del fuoco

Con una squadra rimaneggiata da infortuni e squalifiche e un centrocampo in evidente deficit di qualità, il Milan potrebbe dare una svolta definitiva alla stagione: in caso di vittoria, modulo e schemi del tecnico serbo avrebbero la meglio anche sul valore dei singoli. In caso contrario, Galliani dovrà di nuovo rispondere di un mercato poco appropriato.

Galliani, il mercato e la coperta corta

Prime piccole rivincite per Adriano Galliani: i nuovi acquisti sono finalmente decisivi, ma resta il problema di un mercato lacunoso. Dietro i presunti titolari c’è ben poco e contro l’Atalanta, con Bertolacci e Bonaventura fuori e Montolivo a rischio, Mihajlovic sarà costretto a schierare una linea mediana composta da Kucka, Poli e De Jong.

Lazio, tris da Champions. Napoli ko

L'ex Pandev pareggia il gol di Candreva, ma nella ripresa uno straordinario gioiello di Mauri e il rigore di Ledesma fissano il risultato, con i biancocelesti che sono ora a 54 punti, a +6 dai partenopei

Serie A, crollano Lazio e Udinese

Lazio e Udinese cadono a sorpresa nei due posticipi della 27esima giornata di serie A. I biancocelesti perdono 3-1 in casa contro il Bologna, mentre i friulani escono sconfitti 1-0 dal Piola contro il Novara ultimo in classifica

La Lazio vince il derby, Roma è biancoceleste

La Roma gioca tutto la partita in 10. Espulso Stekelemburg. Mauri: Derby dedicato ai nostri tifosi. Luis Enrique: Mi piacerebbe giocare in 11. La regola del rigore più l'espulsione è un castigo eccessivo. Juan: Buu razzisti? Spiace tantissimo

Reja: Derby? Spero vada come all'andata

Il tecncio della Lazio: Partita importante, anche per l'ambiente. Un risultato positivo aumenterebbe la percentuale per raggiungere l'obiettivo terzo posto. Luis Enrique: Tanta testa e niente paura

Reja ci crede: Il derby? Voglio undici leoni

«Con Lotito ottimo rapporto al di là di qualche problema» passato. Pensiamo alla Lazio, abbiamo un cammino importante da percorrere con grande entusiasmo e determinazione, lavoriamo il più possibile, perché questa squadra abbia un rendimento alto fino alla fine del campionato

Reja: Resto alla Lazio

Allarme rientrato tra i biancocelesti, chiarimento con Lotito: Abbiamo chiuso questi argomenti con la promessa di cercare di fare il meglio possibile. La mia avventura continua in società

Lazio spenta, è fuori dall'Europa

Biancazzurri battuti 1-0 dall'Atletico Madrid. Serviva un'impresa dopo la sconfitta per 3-1 nel match di andata all'Olimpico, ma la squadra di Reja, in formazione rimaneggiata, è sembrata fin dall'inizio poco convinta di potere ribaltare il risultato

Lazio, Reja «dimissionario» parte per Madrid

Quella nella capitale spagnola sarà con tutta probabilità l'ultima partita da allenatore dei capitolini, almeno stando a quanto afferma lo stesso Reja: «C'è stata una divergenza di opinioni, il mio futuro lo sapete»

Atletico in rimonta, la Lazio crolla

All'Olimpico termina 3-1 per i Colchoneros dell'ex Diego Pablo Simeone. I biancocelesti, in vantaggio con il solito Klose, non riescono a respingere la rimonta spagnola, con l'Atletico che ribalta il risultato con Adrian e una doppietta di Falcao

Harakiri Cesena, la Lazio fa festa

All'Olimpico succede di tutto: il Cesena si porta sul 2-0 e gioca in superiorità numerica per quasi un'ora (espulso Konko) ma nella ripresa sparisce dal campo e subisce l'incredibile rimonta dei padroni di casa, che colgono tre punti insperati e pesantissimi

Tim Cup: batticuore Lazio, Verona beffato

I biancazzurri passano, ma solo al 91esimo, con il gol partita di Hernanes: il brasiliano disegna una traiettoria imparabile su punizione dal limite regalando vittoria e passaggio del turno alla Lazio dopo la batosta di Siena

Lazio travolta a Siena

Allo stadio Artemio Franchi la formazione allenata da Giuseppe Sannino vince con un secco 4-0. Gara praticamente chiusa nel primo tempo. Biancocelesti in 10 nel secondo tempo

La Lazio vola, Bologna nei guai

Decidono un'autorete doi Acquafresca e un gol di Lulic. Con questa vittoria la squadra di Reja sale al secondo posto in classifica, a -1 dall'Udinese capolista

Spavento Lazio, 2-2 col Vaslui

Pareggio all'Olimpico nella gara d'esordio. I biancolesti collezionano diverse palle gol, ma si trovano davanti una compagine ostica capace di sfruttare ogni indecisione dei padroni di casa