> <
RSS

Il Pd vuole chiudere le centrali a carbone

Alcuni esponenti del Partito democratico, tra cui Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente hanno presentato una risoluzione per la sostituzione «graduale ma sistematica» dei combustibili fossili con «fonti di energia pulita, in grado anche di generare un maggior numero di posti di lavoro»

L'ecobonus conviene e il governo vuole ampliarlo

«È intenzione dell'esecutivo confermare le detrazioni del 65 per cento sugli interventi di efficientamento energetico degli edifici, puntando, per quanto consentito dai vincoli di bilancio, ad una possibile stabilizzazione o ad un ampliamento della platea incentivata», ha detto alla Camera il sottosegretario per le Riforme, Ivan Scalfarotto

De Vincenti ha giurato

Questa mattina, Consiglio dei ministri lampo per la nomima di Claudio De Vincenti a palazzo Chigi. Sulla sua figura, molti sono stati i pareri positivi. Piero Fassino, presidente dell'Anci, già ieri sera gli ha inviato un telegramma; ma anche Annamaria Furlan ha espresso soddisfazione per la «scelta di grande profilo», ricaduta su una figura capace di dialogo con le parti sociali.

Coldiretti: «No agli OGM, sì alla biodiversità»

Il semestre italiano si è concluso e Renzi ha portato a casa molti nulla di fatto, ma anche due importanti successi. Il primo sulla norma del riciclaggio comunitario, e il secondo con la riforma della normativa sugli OGM. Il Responsabile Ambiente della Coldiretti ha rilasciato un'intervista per DiariodelWeb.it, spiegando perché si tratta di una conquista per il Belpaese.

Per Symbola l'Italia è ancora: «Belpaese»

Dieci selfie per combattere la crisi. E' la sfida lanciata da Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera, e dalla sua Fondazione, Symbola. Dieci scatti per raccontare un'Italia diversa: l'Italia delle eccellenze, dei talenti, dei successi. Ecco, finalmente, il nostro Belpaese.

Realacci: Voglio le ragioni del ritardo

Il Presidente della Commissione Ambiente della Camera ha presentato una interrogazione ai ministri dell'Ambiente e della Salute per i ritardi nell'applicazione delle misure previste dal decreto. La mappatura delle aree a rischio del territorio e lo screening sanitario hanno subito un'improvvisa battuta d'arresto.

> <