17 agosto 2018
Aggiornato 09:30

Milan: la calma in attesa del botto finale

La dirigenza rossonera studia attentamente l'ultima mossa di mercato per non sbagliare l'arrivo più importante, quello del centravanti. Aubameyang, Kalinic, Ibrahimovic, Falcao e i sogni impossibili Belotti e Diego Costa: chi sarà il nuovo bomber di Montella

Milan, è ancora Bacca la chiave del mercato

L’attaccante colombiano vive un momento delicato: in difficoltà nel Milan (a digiuno da 5 partite), ma anche in nazionale dove non segna dal 26 giugno e ormai è diventato la riserva di Falcao. Malgrado tutto questo, diversi club europei sembrano interessati ad acquistarlo già a gennaio e il club di via Aldo Rossi non sembra intenzionato ad opporsi.

Il sogno proibito della Juve si chiama Higuain

Tevez sempre più vicino all’addio ai bianconeri, Marotta va alla ricerca del sostituto dell’argentino. Fra Mandzukic, Cavani e Falcao potrebbe spuntarla clamorosamente il centravanti del Napoli su cui i campioni d’Italia lavorano sotto traccia. Intanto Llorente verso il Monaco

Milan, il gran giorno di Ibrahimovic

Oggi lo svedese incontra lo sceicco del Psg per trattare la risoluzione del contratto con i francesi e tornare al Milan. Intanto dalla Colombia l’agente di Jackson Martinez gela l’entusiasmo dei tifosi rossoneri: «Non è ancora deciso nulla». Ma lo staff medico del Milan è in partenza per il Cile dove l’attaccante si sottoporrà alle visite mediche prima dell’ufficializzazion

Il Milan saluta Destro, obiettivi Ibrahimovic e Falcao

In attesa che si sappia qualcosa di più dei possibili sviluppi societari sull’asse Arcore-Estremo Oriente, Galliani è già al lavoro per mettere a posto il nuovo mosaico rossonero. Ben 11 calciatori del Milan lasceranno il club, tra cui Destro. Per la maglia numero 9 Falcao è il favorito, su Bacca, Leandro Damiao e Ibrahimovic.

Berlusconi conferma Inzaghi e congela Mr. Bee

La mattinata di rivoluzione si conclude con un nulla di fatto, almeno sul fronte tecnico, con la conferma di Filippo Inzaghi alla guida del Milan. Per quanto riguarda gli sviluppi societari, il meeting decisivo tra Bee Taechaubol e Silvio Berlusconi è slittato in serata.

Berlusconi-Mr. Bee, è il gran giorno

Questo mercoledì 29 aprile 2015 potrebbe diventare una giornata epocale nella storia del glorioso club rossonero: Silvio Berlusconi accoglie ad Arcore il broker thailandese Bee Taechaubol. Da questo incontro potrebbe decidersi il futuro della società.

Nasce il Milan di Mr. Bee: per la panchina il sogno è Guardiola

La suggestione legata al tecnico spagnolo potrebbe prendere corpo grazie alla preziosa intermediazione di Paolo Maldini, considerato da molti come l’uomo giusto per la ricostruzione rossonera. Tanti anche i nomi dei calciatori che potrebbero far parte del prossimo Milan: Kondogbia, Falcao, Ebecilio e il talento del Porto Brahimi.

Milan, si infittisce il mistero Bee-Lee e Marina Berlusconi impone il silenzio

Intervenuta a margine dell’assemblea di Mondadori, la primogenita di Silvio Berlusconi ha affermato che «sono state dette tante cose non vere» sulla cessione del Milan. Nel frattempo un uomo di Bee Taechaubol ha annunciato l’intenzione di acquistare subito la maggioranza del club, mentre si attende l’arrivo di Richard Lee, a capo della cordata cinese.

Berlusconi benedice l’unione Mr.Bee-Cina

Trattativa in dirittura d’arrivo per la vendita del pacchetto di maggioranza del club rossonero. Bee Taechaubol sarà in Italia già nel fine settimana e Berlusconi sembra pronto a definire il tutto. Secondo le novità delle ultime ore pare che dietro il broker thailandese ci siano fondi cinesi e arabi.

Porto, lezioni di mercato al calcio italiano

La squadra di Lopetegui rimedia un pareggio sul terreno del Basilea solo su calcio di rigore, dopo aver dominato interamente il match. Impressionante la quantità di talento messa in campo dal Porto, club in grado di dare lezioni di mercato a tutto il calcio italiano.

Spagna, 1.400 euro a testa per battere il Real Madrid

È questo il premio qualificazione promesso ai calciatori del Cornella, club catalano di terza divisione. A Madrid invece si pensa al Pallone d’Oro: il tecnico Ancelotti non ha dubbi («Cristiano Ronaldo farà il bis»), ma il prossimo candidato è James Rodriguez («L’ho sempre sognato»).

Anche i ricchi piangono: in Europa crollano le big

Manchester United e Liverpool sconfitte in Inghilterra, Borussia Dortmund in Germania; ma stentano anche Bayern Monaco, Paris Saint Germain, Atletico Madrid e Manchester City. Reggono solo Barcellona e Chelsea, rispettivamente prime in Liga e in Premier. Mourinho però deve difendersi dalle accuse di Pellegrini: «Allena una piccola squadra capace solo di difendersi».

Povero calcio italiano!

I conti alla fine del mercato sono impietosi: rispetto alla Premier League, in serie A si è investito meno di un terzo. Più che in Italia, si è speso anche in Liga, dove però spetta alle 3 big quasi l’83% degli investimenti. Per tornare ad essere competitivi la parola chiave “programmazione”, ma non tutti i club italiani sembrano averlo capito.

Colombia, niente Mondiali per Falcao

Il bomber del Monaco resta a casa. È questa la decisione definitiva del ct colombiano Pekerman. Nella lista definitiva dei 23 che parteciperanno al Mondiale manca anche l’Udinese Muriel.