19 ottobre 2019
Aggiornato 19:30
confronto sulle prospettive future

Terzo settore: Serracchiani, strutturare a misura di sostegno del reddito

Confronto sulle prospettive future, alla luce della nuova normativa nazionale del comparto, e sul percorso progettuale per accompagnare l'entrata in vigore dei recenti provvedimenti e del loro recepimento nel quadro di un rinnovato sviluppo della solidarietà regionale

Lavoro, smart-work e maternità

Jobs act, scattano le tutele per autonomi e partite Iva

Il Senato ha dato il via libera definitivo al ddl sul lavoro autonomo in terza lettura dopo la prima approvazione nel novembre dell'anno scorso e l'approvazione della Camera meno di due mesi fa.

Il caso

Ecco perchè gli sviluppatori possono rifiutare uno stipendio di 3mila euro al mese

In una recente intervista Alessandro Barberis Canonico, AD del colosso tessile biellese Vitale Barberis Canonico afferma di trovarsi in difficoltà nel reperire sviluppatori informatici che rifiuterebbero 3mila euro di stipendio mensile. Ma è davvero così? Lo abbiamo chiesto a loro, agli sviluppatori

Indagine Ires Fvg sulle dichiarazioni 2016

Fvg, persi 50 mila contribuenti Irpef dal 2009

Reddito da lavoro dipendente: la regione è quinta in Italia, Trieste la decima provincia. Al Pd il 41% del 2x1000, calano le scelte 8x1000 a favore della Chiesa cattolica

Legge di Bilancio 2017

Gentiloni e quella «norma acchiappa-ricchi» che proprio non ci va giù

Nella Legge di Bilancio 2017 è stata inserita la norma acchiappa-ricchi, ma potrebbe essere incostituzionale. Inoltre è ingiusta da un punto di vista sociale e può rivelarsi un boomerang per l'economia nazionale e la fiscalità comunitaria

Economia

Ricchezza, Biella (ancora) sopra la media nazionale

Dati nazionali sui redditi, ancora bene il capoluogo provinciale; la piccola Vallanzengo a 28.719 euro, Pollone supera i 23 mila e Valdengo i 22. Nella vicina Burolo d’Ivrea si dichiarano più di 32mila euro

Reddito di Inclusione

Ddl povertà, cosa non ci piace del reddito di inclusione

Il Reddito di Inclusione è legge e coinvolgerà circa 400mila famiglie. Tuttavia si tratta di una misura insufficiente per far fronte all'emergenza povertà del Belpaese e potrebbe perfino aprire la strada a nuove forme di lavoro mal pagato

Reddito di inclusione

Ddl Povertà, cos'è questa novità del reddito di inclusione?

Il reddito di inclusione è un assegno mensile che dovrebbe sostituire il Sia (Sostegno per l'inclusione attiva) e passare dai 400 euro a circa 500 euro per nucleo familiare. I poveri assoluti in Italia sono 4,5 milioni