13 dicembre 2018
Aggiornato 21:00

Baby Cutrone riporta il Milan in Europa

Gara senza troppi patemi d’animo per la squadra rossonera, alleggerita dal 6-0 dell’andata. Ci pensa comunque il baby bomber rossonero a chiudere i giochi già in apertura, trasformando in rete un prezioso suggerimento dell’altro ’98 Locatelli. Esordio positivo per Zanellato e per il ’99 Gabbia.

Milan, quante sorprese nell’undici che affronterà lo Shkendija

Grandi novità di formazione per il Milan che Montella schiererà a Skopje. Innanzitutto il ritorno in pianta stabile di Romagnoli dopo il fastidioso infortunio al ginocchio; poi un centrocampo baby formato da Zanellato, Josè Mauri e Locatelli; e per finire la coppia di attaccanti Andrè Silva-Cutrone.

Migranti, i 2 fronti più caldi d'Europa

Dopo gli scontri di ieri sera la notte è trascorsa tranquilla alla «giungla» di Calais, la più grande bidonville di Francia, occupata dai migranti, dove oggi riprendono i lavori di demolizione di una parte della baracche. Ma anche tra Grecia e Macedonia la situazione è ai limiti della tensione

Macedonia verso un nuovo conflitto etnico?

Il primo ministro del Kosovo Isa Mustafa ha detto oggi che il suo paese intende contribuire a impedire un'escalation regionale della recente rivolta avvenuta nella vicina Macedonia, che ha provocato 22 morti e decine di case distrutte.

L'Onu lancia un appello per la fine delle violenze in Macedonia

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, ha lanciato un appello alla calma dopo i combattimenti tra polizia e un gruppo armato in Macedonia questo fine settimana. Gli scontri delle scorse ore a Kumanovo, località alla frontiera con il Kosovo, hanno fatto almeno 22 morti, tra cui 8 agenti di polizia macedoni e 14 membri di un gruppo armato di probabile origine albanese.

Nuova tragedia dell'immigrazione: travolti da un treno in Macedonia

Stavolta, via terra. Quattordici migranti provenienti dalla Somalia e dall'Afghanistan sono morti ieri sera investiti da un treno in Macedonia, nei pressi della città di Veles, una cinquantina di chilometri a sud della capitale Skopje. Il macchinista del treno, proveniente dalla Grecia, non ha potuto evitare il gruppo di persone sedute sui binari.