25 giugno 2017
Aggiornato 21:00

> <
RSS

Il silenzio di Papa Francesco ad Auschwitz

La scelta di non pronunciare discorsi nel campo di sterminio. Poi la visita e l'omaggio a padre Kolbe. Sul libro d'onore scrive: «Signore, perdono per tanta crudeltà!». In serata il discorso a parco Blonie di Cracovia: «Dio è nei profughi, nei rifugiati, nelle vittime del terrorismo e delle guerre, nei deboli e negli sfruttati».

> <