5 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Giornata Mondiale della Gioventù

Il Papa a Madrid da giovedì

Il Santo Padre starà quattro giorni nella capitale spagnola e celebrerà la Messa domenica. I Sacerdoti assolveranno dal peccato di aborto

MADRID - Benedetto XVI arriverà a Madrid alle 12 di giovedì. Dopo la cerimonia di benvenuto all'aeroporto internazionale, incontrerà, in serata, i giovani nella «festa di accoglienza» nella Plaza de Cibeles della capitale spagnola. Il giorno dopo, venerdì 19, la giornata del Papa inizierà con la visita di cortesia ai Reali di Spagna nel Palazzo de la Zarzuela, seguito dagli incontri con giovani religiose e docenti universitari. Quindi, dopo il pranzo con un gruppo di giovani, Ratzinger riceverà in nunziatura il presidente del governo José Luis Rodriguez Zapatero. La serata si concluderà con la Via Crucis. Sabato mattina, Benedetto XVI confesserà alcuni ragazzi della Gmg e successivamente celebrerà una messa con i seminaristi nella cattedrale di Santa Maria la Real de la Almudena.

A seguire, il Papa pranzerà con i cardinali e i vescovi spagnoli, incontrerà i Comitati organizzatori della Gmg e visiterà la Fundacion Instituto S. José. In serata, infine, il Papa presiederà la veglia di preghiera all'aeroporto Cuatro Vientos. I giovani passeranno la notte all'aperto in vista della grande Messa per la XXVI Giornata Mondiale della gioventù che sarà celebrata dal Papa nella stessa area domenica. Nel pomeriggio, dopo il pranzo con i cardinali spagnoli, il Papa incontrerà i volontari della Gmg e in serata farà ritorno a Roma.

Quella del Papa è la terza visita di Benedetto XVI nella Spagna del «laicista» Zapatero, dopo l'incontro internazionale delle famiglie di Valencia del 2006 e la visita a Santiago e Barcellona della scorsa primavera. Sullo sfondo della crisi economica, intanto, circa 150 associazioni atee e di sinistra come Europa laica hanno convocato una giornata di protesta a Madrid per mercoledì 17 agosto con slogan come La visita del Papa, non con le mie tasse (No con mis impuestos). E' prevista anche la partecipazione degli indignados. Il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, ha dichiarato che «ognuno può esprimere liberamente le sue opinioni» e che il Vaticano «non è particolarmente preoccupato».

I Sacerdoti assolveranno dal peccato di aborto - I sacerdoti che effettueranno confessioni durante la XXVI Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid sarà concesso perdonare il peccato dell'aborto e annullare la scomunica automatica che ne deriva. L'iniziativa è dell'arcidiocesi di Madrid, retta dal cardinale Antonio Maria Rouco Varela, e si affianca al decreto di indulgenza plenaria per chi parteciperà a una delle celebrazioni che si terranno a Madrid durante il mega raduno che si svolge nella capitale spagnola da oggi a domenica.
L'obiettivo, secondo un comunicato dell'arcidiocesi è che i credenti «possano raggiungere più facilmente i frutti della grazia divina, che apra loro la porta a una vita nuova», e riguarderà «i fedeli realmente pentiti, tramite l'imposizione di una penitenza appropriata».
Questa assoluzione potrà essere ottenuta nei 200 confessionali mobili installati nel parco del Buen Retiro, per l'iniziativa nota come la «Fiera del perdono», durante la quale saranno impegnati duemila sacerdoti in una 'maratona' di confessioni in sette lingue. A questo rito parteciperà anche lo stesso Papa Benedetto XVI sabato 20 agosto alle 9 di mattina. Il perdono dell'aborto, secondo il diritto canonico, è normalmente riservato ai vescovi.

Madrid si prepara ad una settimana di passione - Il Papa non arriverà a Madrid che giovedì, ma la capitale spagnola si prepara da oggi ad affrontare una settimana di passione. Da stamattina infatti due delle principali arterie di Madrid, il Prado-Recoletos e la Gran Via Alcalà, saranno chiuse al traffico fino alla mattina di martedì 23 agosto.
Come non bastasse, il Comune di Madrid ha blindato tutto il centro con misure senza precedenti e per consentire la sosta dei circa 10mila pullman carichi di pellegrini che affluiranno sulla capitale Madrid per la Giornata Mondiale del Pellegrino è stato imposto un divieto assoluto di parcheggio in dieci zone, sempre a partire da oggi.
Le giornate cruciali, quando è prevista la maggiore affluenza di giovani, saranno quelle comprese tra giovedì 18 e domenica 21, in concomitanza con la presenza del pontefice Benedetto XVI.
L'organizzazione calcola che il costo totale della Gmg sarà di 50 milioni di euro, il 70% dei quali autofinanziato dai pellegrini stessi con le iscrizioni, il restante proveniente da donazioni di varia origine. Circa 330mila persone saranno ospitate in 6.137 strutture, 693 delle quali pubbliche, come collegi, polisportive, università private.
La sicurezza verrà garantita, oltre che da 6.150 agenti della Policia Nacional e dalla Guardia Civil, anche da 12.000 effettivi supplementari del Comune e della Polizia municipale di Madrid.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal