4 aprile 2020
Aggiornato 04:30
A metà mese alla Giornata Mondiale della Gioventù

Riprendono le udienze pubbliche del Papa

Benedetto XVI torna a ricevere a Castel Gandolfo dopo lo stop di luglio

CITTÀ DEL VATICANO - Dopo un luglio di riposo pressoché totale, il Papa torna oggi all'impegno settimanale dell'udienza generale del mercoledì. Alle 10.30 Benedetto XVI incontrerà fedeli e pellegrini che, fino al rientro in Vaticano, non affolleranno piazza San Pietro ma il cortile interno del Palazzo apostolico di Castel Gandolfo. Ad essi il Papa si rivolgerà, affacciato dalla finestra, per una catechesi «light».
Da un paio di anni Benedetto XVI ha deciso di evitare spostamenti in alta quota nelle Alpi e rimanere tutte l'estate sulle pendici del lago albano di Castel Gandolfo. La sua estate è dedicata al riposo, allo studio e alla stesura del suo ultimo volume su Gesù.

In realtà non sono mancati, nelle scorse settimane, impegni pubblici e motivi di lavoro. Solo sabato scorso il Papa ha ricevuto una delegazione della cittadina di Traunstein, nella sua Baviera, alla quale ha rivolto un discorso. Proprio oggi la Santa Sede ha reso noto che Benedetto XVI ha approvato di recente una decisione relativa ad un contenzioso tra la diocesi croata di Parenzo e Pola e i benedettini di Praglia (Padova) relativo ai diritti di proprietà di un monastero di Dajla, in Istria. Il Papa, più in generale, è in costante contatto con la Segreteria di Stato vaticana e con il cardinale Tarcisio Bertone. Non solo per eventi luttuosi come la recente morte del fratello del Segretario di Stato, al quale Benedetto XVI ha espresso vicinanza privatamente e pubblicamente. Bertone, ora anch'egli in vacanza in Valle d'Aosta, ha dovuto affrontare nelle scorse settimane questioni delicate come il rilancio dell'ospedale San raffaele di don Luigi Verzè, lo scontro diplomatico con l'Irlanda sul tema della pedofilia e le frizioni con la Cina per le ordinazioni episcopali illegittime. Tutti dossier sui quali Benedetto XVI è informato e consultato costantemente.

Nelle prossime settimane, poi, il Papa affronterà due viaggi internazionali, per i quali sta già scrivendo i discorsi. Si recherà a Madrid, in Spagna, per la XXVI Giornata mondiale della gioventù (18-21 agosto) e in Germania (22-25 settembre). A fine agosto, sempre a Castel Gandolfo, Benedetto XVI incontrerà i suoi ex studenti di teologia in occasione di un annuale seminario a porte chiuse del Ratzinger Schuelerkreis. Il Papa dovrebbe far rientro in Vaticano a fine settembre o, al massimo, a inizio ottobre.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal