28 marzo 2020
Aggiornato 18:00
Durante la Giornata Mondiale della Gioventù

A Madrid i Sacerdoti assolveranno dal peccato di aborto

Maratona confessionale, ma «con appropriata penitenza»

MADRID - I sacerdoti che effettueranno confessioni durante la XXVI Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid sarà concesso perdonare il peccato dell'aborto e annullare la scomunica automatica che ne deriva. L'iniziativa è dell'arcidiocesi di Madrid, retta dal cardinale Antonio Maria Rouco Varela, e si affianca al decreto di indulgenza plenaria per chi parteciperà a una delle celebrazioni che si terranno a Madrid durante il mega raduno che si svolge nella capitale spagnola da oggi a domenica.

L'obiettivo, secondo un comunicato dell'arcidiocesi è che i credenti «possano raggiungere più facilmente i frutti della grazia divina, che apra loro la porta a una vita nuova», e riguarderà «i fedeli realmente pentiti, tramite l'imposizione di una penitenza appropriata».

Questa assoluzione potrà essere ottenuta nei 200 confessionali mobili installati nel parco del Buen Retiro, per l'iniziativa nota come la «Fiera del perdono», durante la quale saranno impegnati duemila sacerdoti in una 'maratona' di confessioni in sette lingue. A questo rito parteciperà anche lo stesso Papa Benedetto XVI sabato 20 agosto alle 9 di mattina. Il perdono dell'aborto, secondo il diritto canonico, è normalmente riservato ai vescovi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal