5 aprile 2020
Aggiornato 03:00
Giornata mondiale della Gioventù

Per Papa Francesco primo viaggio internazionale

Il Premier Letta lo saluta: «Faremo di tutto per dare risposte ai giovani». Prima di partire il Papa ha salutato l'Italia augurando «serenità e fiducia nel futuro» in un messaggio al presidente della Repubblica

CITTÀ DEL VATICANO - L'aereo di Jorge Mario Bergoglio è decollato poco dopo le 8.50 dall'aeroporto romano di Fiumicino alla volta del Brasile per il primo viaggio internazionale di Papa Francesco dopo l'elezione del 13 marzo, una trasferta che si svolge nella sua America Latina in occasione della 28esima Giornata mondiale della gioventù (Gmg). A bordo dell'airbus Alitalia il Papa è accompagnato dal suo entourage (tra gli altri, i cardinali Bertone, Ouellet e Braz de Aviz) e da un gruppo di giornalisti internazionali. Il Pontefice - una borsa nera come bagaglio personale portata a mano - è giunto dal Vaticano alle 8.25 all'aeroporto con un elicottero dell'aeronautica militare. Ad accoglierlo, il presidente del Consiglio Enrico Letta. «Ascolteremo mai come questa volta il grido di speranza da Rio #Gmg, faremo di tutto per dar risposte ai giovani», ha scritto Letta su Twitter dopo aver salutato il Papa in partenza.

Prima di partire il Papa ha salutato l'Italia augurando «serenità e fiducia nel futuro» in un messaggio al presidente della Repubblica. Messaggio a cui Giorgio Napolitano ha risposto: «In un periodo di fragilità culturale e materiale per tanti giovani grande è l'attesa per un messaggio di coraggio e di speranza. La Giornata Mondiale della Gioventù costituisce, per ragazzi e ragazze provenienti da ogni parte del mondo, l'occasione di confrontarsi per progredire attraverso il dialogo fra culture e tradizioni diverse. Il rinnovato slancio con cui la sua guida pastorale potrà ispirare la mente e il cuore dei tanti partecipanti costituirà, ne sono certo, un deciso richiamo ad affrontare in spirito di unità, apertura ed entusiasmo le importanti sfide della società contemporanea».

Il Papa giungerà all'aeroporto internazionale di Rio de Janeiro Galeao Antonio Carlos Jobim alle 16 (le 21 ora italiana). La cerimonia di benvenuto si svolgerà nel giardino del Palacio Guanabara, sede del Governatore di Rio de Janeiro. Alle 17.40 (22.40 di Roma) Bergoglio compirà una visita di cortesia alla presidente brasiliana Dilma Roussef nello stesso palazzo Guanabara a Rio de Janeiro. Finita la cerimonia ufficiale, probabilmente alle ore 18.30 circa (le 23.30 in Italia), il Papa si ritirerà presso la sua residenza temporanea, 'Sumaré', dove resterà 36 ore per un soggiorno privato che gli consentirà smaltire il fuso orario e il lungo viaggio in aereo.

Mercoledì il trasferimento al santuario di Aparecida. Da giovedì entra nel vivo la Gmg di Rio de Janeiro, con giovani da tutto il mondo, che ha il suo culmine con la messa di domenica. Prevista anche una visita ad una favela di Rio de Janeiro. In Brasile diversi capi di Stato latino-americani sono stati invitati dalla presidente Roussef a presenziare gli eventi. La sera di domenica 28 luglio Francesco lascia il Brasile e torna a Roma lunedì 29 alle 11.30.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal