21 marzo 2019
Aggiornato 21:00
Referendum costituzionale

Da Razzi a Scilipoti, i senatori brindano alla salvezza

Il giorno dopo il referendum costituzionale le telecamere di L'Aria che tira su La7 sono andate davanti a palazzo Madama per intercettare i parlamentari. L'abruzzese parla delle sue capacità predittive: «C'è qualcosa dentro di me che mi dà quel coso che mi dice 'Vince quello lì'»

Una politica senza più morale

Verdini e la sua sporca dozzina di killer del PD

L'ex braccio destro di Berlusconi lascia ufficialmente Forza Italia e passa in maggioranza. E Renzi, pur di mantenere la poltrona, imbarca un gruppo di impresentabili da antologia. Il Partito democratico è morto: nasce la nuova Democrazia cristiana

Le quattro tegole sulla testa del PD

Perché Matteo Renzi dovrebbe dimettersi dal governo

A Massimo D'Alema bastò la sconfitta nelle regionali per gettare la spugna. Lui ha anche una maggioranza sempre più risicata, un riformismo bloccato e Mafia capitale. Cos'altro gli serve per riconoscere il fallimento?

Torna la vecchia politica

Renzi rottama la rottamazione

I candidati impresentabili in Campania sono solo l'ultimo esempio del cinismo del potere del premier: tutto, pur di vincere. Ma se i cittadini ascoltassero veramente il suo consiglio di «non votare quei nomi, neanche costretti»?

Tosi è l'ultimo di una serie di leader che hanno perso la casa d'origine

Gli usciti dal coro

Follini, Casini, Fini: la storia è piena di politici usciti dal loro partito e poi naufragati. Ora il sindaco di Verona medita di candidarsi alla presidenza del Veneto con una sua lista civica. Anche lui andrà incontro allo stesso destino?

Il premier assicura di poter andare avanti anche senza Fi

I voti di Renzi ci sono o è un bluff?

Il fronte contro l'Italicum, ora che il Patto del Nazareno è stato sciolto, potrebbe mettere paura a Matteo Renzi, che però dichiara spavaldamente di avere tutti i voti necessari per andare avanti con le riforme. E' un bluff o i voti ci sono veramente?

Continua lo smottamento nei partiti

Uno, cento, mille Scilipoti

Onore al senatore della Repubblica Domenico Scilipoti, ispiratore di un neologismo, lo «scilipotismo» usato ormai comunemente dagli italiani per indicare chi si dedica con assiduità al trasformismo politico. Perché il senatore merita gli onori? Semplicemente perché è stato l’antesignano di un movimento che ormai sta conquistando tutto il Parlamento italiano.

«In Sicilia si specula sui prezzi dei prodotti dell’agricoltura»

Scilipoti: «Non si speculi sui prezzi»

In Sicilia le nocciole vengono comprate ad una media di 120 euro al quintale, mentre da Napoli in su i prezzi sono molto più alti