2 agosto 2021
Aggiornato 07:30

Ferrovie, Scilipoti: italiani in balia di schizofrenico disfacimento

«Lo spot dell’Alta Velocità nasconde la realtà di un sistema ferroviario schizofrenico, carico di pesanti disagi inflitti agli utenti». Così l’On. Domenico Scilipoti dell’Italia dei Valori sull’allarme diffuso dai sindacati dei ferrovieri dinnanzi alla Commissione Lavori Pubblici del Senato. « Le preoccupazioni dei sindacati – prosegue il deputato IDV – invitano a riflettere sull’ attuale stato del servizio predisposto, si fa per dire, per i pendolari e per tutti i viaggiatori di lunga percorrenza.

L’imminente riduzione, nell’anno in corso, del 30 % dei convogli che garantiscono questa tipologia di servizio, innescata dai tagli che il Governo a quanto pare, ha pensato bene di effettuare stanziando 116 milioni di euro in luogo dei 279 occorrenti, conseguirà, brillantemente, l’irreversibile degrado di quasi metà dell'offerta sul territorio. Risuona, dunque, beffarda la stigmatizzazione dell’ Ad di Alitalia, Rocco Sabelli, pronto ad evidenziare il presunto ruolo ambiguo delle Ferrovie sul mercato.

Invitiamo Sabelli, gli uomini del governo che si occupano del settore ed i vertici delle Ferrovie ad una simpatica gita sino in fondo allo stivale. Si accorgeranno sicuramente, sempre che arrivino a destinazione, dello stato fatiscente e dell’incuria a cui sono costretti milioni di cittadini italiani. Cittadini di «serie b» – conclude Scilipoti – abbandonati al deprimente disfacimento delle ferrovie italiane».