21 maggio 2019
Aggiornato 15:30
Dopo il referendum

Meloni: «Quel fil rouge che lega Brexit, Trump e sconfitta di Renzi»

Secondo Giorgia Meloni gli italiani sono andati a votare con le idee chiarissime e hanno rottamato il rottamatore. Un comun denominatore, infatti, lega il voto sulla brexit, l'elezioni di Donal Trump negli Stati Uniti e il verdetto del referendum italiano

Da sapere

Puerto Rico come la Grecia: storia di un default che si ripete

E' il terzo default per il Puerto Rico, ma non si tratta affatto di un caso isolato. Dal 1800 l'insolvenza sovrana ha colpito oltre 227 paesi in tutto il mondo. Ma proprio l'Italia, nonostante i pregiudizi, è uno degli esempi più virtuosi della storia economica recente

Lo sfidante di Sala

Il centrodestra ha deciso: c'è il candidato sindaco per Milano

È Stefano Parisi, l'ex city manager di Albertini, ad aver messo d'accordo Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni. 59 anni, romano, è stato burocrate e dirigente: «Riportiamo il buon governo a Milano», dichiara

Il capogruppo: «tanto sangue versato in Fi a causa del premier»

Brunetta: «Col Nazareno Renzi ha sedotto Berlusconi, non me»

In un'intervista rilasciata a Panorama, il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, commenta la politica degli ultimi anni, dal 'grande imbroglio' firmato Giorgio Napolitano all'atto di 'seduzione' di Matteo Renzi nei confronti del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Il senatore non ha ancora digerito la sua non elezione al Colle

Casini: Silvio con la Lega? Vittoria al Pd offerta su un piatto d'argento

Il senatore di Area popolare Pier Ferdinando Casini è scettico a proposito dell'alleanza tra Forza Italia e Lega. Che, a suo avviso, farà solo un favore a Renzi, infliggendo un duro colpo ai moderati. Di tutt'altro parere Umberto Bossi, che aprirebbe il Carroccio non solo a Forza Italia, ma anche a Ncd

Il nuovo risiko bancario riedizione del regalo alle fondazioni?

Le mani sulle Popolari: chi ce le ha già. Chi ce le vuole mettere

Oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri (Cdm) si sarebbe dovuto affrontare il dossier «investment compact», che stando ai rumors dovrebbe mettere mano alla governance delle banche cooperative eliminandone il voto capitario. Il timore di molti è che ne esca un «mostro giuridico», come avvenne per le fondazioni dopo la riforma Ciampi-Amato

Per la Lega Nord, Amato sarebbe una fucilata agli italiani

Corsa al Colle: si allunga la lista di siluri e silurati

Chi entra Papa in conclave, esce cardinale. E lo sanno bene non solo a San Pietro, ma anche al Quirinale. Per questo, tutti i partiti evitano oggi di fare nomi: per non bruciarli prima del tempo, e riuscire a custodirli finché i giochi non saranno fatti. E, se proprio ci si deve esporre, è decisamente meglio dire chi non si voterà per tarpare le ali al candidato scomodo di turno.

Pd e Fi soffrono dello stesso male: truppe sul filo della ribellione

Renzi e Berlusconi, due leaders e cento correnti

E' in arrivo il tredicesimo Presidente della Repubblica, ed è tutto un susseguirsi di incontri, scontri, riunioni di corrente. Si tratta di decidere il protagonista indiscusso della politica italiana per i prossimi sette anni, e i motori di tutti i partiti si stanno scaldando. Ma l'unanimità d'intenti è ben lontana, sia dentro che fuori i partiti.

Dopo Napolitano

Salvini: «Amato al Quirinale? Mi vengono i capelli dritti»

Lo ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, intervenuto ai microfoni di Rtl 102.5: «E' uno dei padri dell'Europa, così com'è è da abbattere. Su questo Berlusconi deve decidere, non può stare un giorno qui un giorno là». De Girolamo: «Draghi al Quirinale».

Il dopo Napolitano

Berlusconi: «Amato for President»

L'ex Premier in un'intervista al Corriere della Sera: «No a Veltroni, Fassino e Prodi. Serve una persona che non sia di parte, un Presidente che rappresenti il popolo italiano»

Dopo Napolitano

Cicchitto: «Berlusconi lancia o brucia Amato?»

La domanda dell'esponente NCD è su Twitter dopo l'apertura di Berlusconi su Giuliano Amato Presidente della Repubblica. Rotondi (FI): «Gerardo Bianco è un possibile Napolitano cattolico». Ravetto: «Candidato reale del PD è Padoan».

L'ex presidente del Consiglio attacca il premier

D'Alema: Renzi spacca l'Italia

L' ex presidente del Consiglio Massimo D'Alema ha rilasciato un'intervista al Sole 24 Ore, e accusa il premier Matteo Renzi di spaccare in due il paese, oltre che il Pd.

Governo | Consultazioni

Amato si sfoga: «Sono il primo ad aver rinunciato al vitalizio per beneficenza»

L'ex Premier: «Io i 31 mila euro di cui voi parlate cumulano una pensione che percepisco a un vitalizio che io automaticamente destino ad attività di beneficenza. Io non sono un cumulatore di prebende ma l'unico ex parlamentare italiano che ha rinunciato al vitalizio. La pensione che al lordo è di 22 mila euro, al netto è di 11.500»

La morte di Oscar Luigi Scalfaro

Amato ricorda Scalfaro: Fu leale anche con Craxi e il PSI

Fu il principale garante e regista della transizione. Bobo Craxi a Amato: Fu sleale e ostaggio dei nuovi poteri. Monsignor Paglia: «Sto bene» le sue ultime parole. D'Alema: Era agli antipodi ad un certo mondo berlusconiano

La crisi del debito sovrano

Prodi-Amato: Monti non molli su un Governo dell'Euro

Intervento sul Sole 24 Ore: «Il Premier venga in Parlamento e chieda sostegno prima del Consiglio UE». Per i due ex Premier il governo dell'euro dovrebbe essere affidato alla Commissione europea

L'ex Premier Giuliano Amato fa suo l'appello del Presidente della Repubblica

Amato: «Dialogo il solo modo per stare nelle Istituzioni»

«Non esiste altro modo di stare nelle Istituzioni - dice Amato rivolto al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e al leader del Pd Walter Veltroni - che dialogare»

Giuliano Amato - Lettera a «Il Corriere della Sera»

Costituzione e modello spagnolo

«La Costituzione italiana ha sessant'anni, quella spagnola ne ha trenta»