18 agosto 2019
Aggiornato 00:30
Formula 1

Al posto delle ombrelline arrivano... i bambini

A sostituire le ragazze sulla griglia di partenza saranno i giovanissimi piloti che partecipano alle categorie inferiori dell'automobilismo: questa la decisione del circus

Formula E

La nuova monoposto di Formula E è... la Batmobile!

Svelate le prime immagini della vettura che disputerà il campionato per macchine elettriche a partire dalla prossima stagione: è stata progettata dalla Fia di Todt

Formula 1

Jean Todt confermato presidente della Fia

Il 71enne dirigente francese è al terzo e ultimo mandato sulla poltrona più alta della Federazione internazionale dell'automobile

L'incontro

Trasporti: De Monte e Jean Todt insieme per la sicurezza stradale

Il presidente della Fia ospite in commissione Trasporti. Favorire l’uso del casco anche per i ciclisti, promuovere l’uso delle auto elettriche, uniformare i dispositivi di sicurezza interni alle automobili dentro e fuori dall’Ue sono alcuni dei temi trattati

Formula 1 | Regolamenti

La rivolta di team e tifosi contro Halo (che piace alla Ferrari)

Milioni di appassionati in tutto il mondo non accettano l'introduzione obbligatoria della gabbia di protezione dell'abitacolo a partire dalla prossima stagione. E con loro si schierano anche i boss delle principali scuderie (tranne la Rossa). Così la Federazione è costretta a giustificarsi

Formula 1

Hamilton e Wolff separati in casa: è colpa di Vettel

Un quotidiano inglese svela il retroscena: Lewis non avrebbe gradito la presenza del suo team principal alla festa per il trentesimo compleanno del rivale Seb (dove i due avrebbero parlato anche di un suo possibile passaggio alla Mercedes). Per questo ha disertato lo show di Londra?

Formula 1 | Gran Premio d'Austria

Vettel-Hamilton, il duello prosegue in conferenza stampa

Lewis sostiene che il suo rivale se la sia cavata a buon mercato e attacca il presidene della Fia, Jean Todt. Seb si difende ricordando che lo stop&go gli è costato la vittoria a Baku e ribadisce le sue scuse. Entrambi, però, ora vogliono solo voltare pagina e pensare al weekend di gara

Formula 1 | Video-editoriale per il Diario Motori

Corgnati: Giusto assolvere Vettel, ma ora pensiamo alla pista

Alcuni sostengono che se la sia cavata troppo a buon mercato, solo pronunciando qualche parola di scusa. Altri ricordano che la sua penalità l'ha già pagata, e se è arrivato davanti a Hamilton è stato per i problemi tecnici dell'inglese. Troppa confusione: è tempo di guardare avanti

Formula 1 | Il caso

Vettel si scusa umilmente: «Hamilton non c'entra, tutta colpa mia»

Per garantirsi l'assoluzione nel colloquio con il presidente della Federazione Jean Todt, il ferrarista ha dovuto scrivere un messaggio in cui si assume ende la responsabilità della ruotata, pubblicato anche sul suo sito personale. E così la sua versione si è ribaltata rispetto a quanto aveva dichiarato a caldo

Formula 1 | Il caso

A Vettel arriva il più bel regalo di compleanno: Todt lo grazia per la ruotata

Proprio nel giorno in cui compie 30 anni, Seb esce indenne dall'incontro con il presidente della Federazione a Parigi, dove è finito alla sbarra per il fallo di reazione di Baku. Gli è bastato assumersi la colpa e promettere di non ripeterlo più per farla franca e restare in corsa per il Mondiale

Formula 1 | Il caso

Vettel, compleanno col brivido: oggi si gioca il Mondiale e il futuro in Ferrari

Proprio nel giorno in cui compie trent'anni, Seb incontra il presidente della Federazione Jean Todt, che potrebbe stangarlo per la ruotata ad Hamilton. Il ferrarista rischia la sospensione per una gara, potenzialmente fatale per il campionato. E, forse, addirittura per la sua permanenza a Maranello...

Formula 1 | Il caso

La ruotata di Vettel divide il mondo dei motori. E pure Valentino Rossi lo difende

È stato l'intervento diretto del presidente della Federazione Jean Todt, che ha messo il suo impegno per la sicurezza davanti al suo amore per la Ferrari, a riaprire l'inchiesta e la polemica. Ma i commissari di gara e i suoi colleghi piloti sostengono che il campione tedesco sia stato già punito a sufficienza

La Cina è sempre più vicina... anche alle corse

Il calcio non basta più: ora i cinesi vogliono pure la F1

Una cordata dall'Estremo Oriente vuole fondare una scuderia per entrare nel Mondiale e ha già contattato tecnici e meccanici di altri team, oltre al presidente della Federazione internazionale dell'automobile Jean Todt. Che si dice possibilista: «Possiamo ammettere altre due squadre»

Quindici anni dopo un altro campione tedesco porta in alto la Rossa

La Ferrari di Vettel è forte come quella di Schumacher: ecco perché

Era dai tempi di Michael che il Cavallino rampante non cominciava così bene un Mondiale. Merito di una macchina gentile con le gomme, dei tecnici aggressivi al muretto e veloci nello sviluppo e di un pilota cattivo in pista e maturo fuori

dal 23 al 25 marzo

Econova Adriatic Rally, a fine marzo in Fvg rally ecologico

La tre giorni si aprirà nella sede della Regione in piazza Unità a Trieste con un convegno internazionale sulla mobilità ecosostenibile alla presenza dei sindaci di diverse città italiane, slovene, austriache e tedesche per discutere di buone pratiche nel tema dei trasporti quindi partirà la gara vera e propria con un percorso di quasi 700 km

Colpa dell'atmosfera a Maranello che è diventata invivibile

Ferrari, è emergenza ingegneri: i migliori se ne vanno e non ne arriva nessuno

Solo ieri due ex si sono accasati alla concorrenza: il direttore tecnico James Allison alla Mercedes e il capo aerodinamico Dirk de Beer alla Williams. E intanto il presidente Sergio Marchionne non assume nessun rimpiazzo

L'offerta delle Frecce d'argento tenta il campione tedesco

Ferrari al bivio: se non vince, Sebastian Vettel va in Mercedes

Dalla competitività che saprà garantire nel 2017 dipende tutto il futuro prossimo della Rossa. O sfrutterà il cambio regolamentare per realizzare una monoposto vincente, oppure il suo pilota leader potrebbe stufarsi di aspettare

L'ex capo della Scuderia si racconta

Jean Todt rivela: «Perché lasciai la Ferrari». E si commuove per Schumacher

Un'intervista insolitamente privata, quella che il presidente della Federazione internazionale dell'automobile ha rilasciato al Corriere della sera. In cui parla a cuore aperto, spaziando dai suoi anni indimenticabili alla Rossa fino ad oggi

L'ex boss della Ferrari scende in campo

La nuova sfida di Jean Todt: contro gli incidenti mortali

«La F1 resta nel mio cuore, ma oggi si parla solo di sicurezza stradale», così il presidente della Federazione internazionale dell'automobile intervenuto a Roma all'inaugurazione del Centro vittime della strada

L'uomo della provvidenza rossa viene dal passato

Rory Byrne, un grande ex dell'era Schumacher firma la Ferrari 2017

Il progettista sudafricano, artefice delle Rosse iridate degli anni 2000 ma ormai 72enne, è stato richiamato a Maranello per sovrintendere il cruciale progetto della monoposto del prossimo anno. Come sempre accade nei tempi di crisi

La diagnosi dei ferraristi del passato

Ferrari, ascolta i tuoi grandi ex: «C'è un motivo se la Rossa non vince»

Ross Brawn, direttore tecnico nell'era Schumacher, individua le colpe della crisi nel comportamento del presidente Sergio Marchionne e nella mancanza di fiducia in Maurizio Arrivabene. E Fernando Alonso lo aveva già previsto...

Si chiude l'indagine sul Gran Premio del Messico

Sebastian Vettel la fa franca: graziato per il suo «vaffa...»

Le scuse presentate di persona e per lettera al direttore di gara Charlie Whiting, destinatario dei suoi insulti via radio, hanno convinto la Federazione a non procedere con ulteriori sanzioni nei confronti del pilota della Ferrari

Un grande nome a capo della categoria regina dell'automobilismo

Il regno di Bernie Ecclestone in F1 sta per finire: arriva Ross Brawn?

L'ex direttore tecnico di Ferrari e Mercedes avrebbe firmato il contratto per diventare il nuovo capo del Mondiale. Sarà chiamato a disegnare i regolamenti del futuro, per tornare a vedere spettacolo e combattimenti in pista

Anche Bernie contro Maurizio

Il consiglio del boss Ecclestone alla Ferrari: «Commissariate Arrivabene»

Il patron della Formula 1 non sembra convinto che il team principal sia la persona giusta per riportare al successo il Cavallino rampante: «Manca un nuovo Jean Todt, non per sostituirlo, ma per lavorargli accanto nella gestione quotidiana»

Intervista esclusiva del Diario Motori

Tarquini: «Le colpe non sono di Sebastian Vettel, ma dei vertici Ferrari»

Gabriele, già pilota e commentatore tecnico di Formula 1, analizza per noi il GP di Malesia di ieri. Assolvendo il campione tedesco per l'incidente al via: «Meno male che continua a provarci. Semmai è Arrivabene a non essere lucido»

Come sta il sette volte campione del mondo?

Da Montezemolo la prima buona notizia su Michael Schumacher

L'ex presidente della Ferrari, grande amico di Schumi, rivela finalmente dei dettagli incoraggianti sulla lunga e dolorosa convalescenza della leggenda tedesca della Formula 1: «Sta reagendo, uscirà da questa situazione»

Nel primo weekend di Rio 2016

F1 e MotoGP alle Olimpiadi? Per Valentino Rossi «si può fare»

Quello di inserire gli sport motoristici nel programma olimpico è un sogno degli appassionati che non si è mai realizzato (se non una fugace apparizione nel 1900). Ma oggi potrebbe essere più vicino che mai a diventare realtà.

Storia dell'automobilismo

Todt, 50 anni di carriera dalla Ferrari alla Fia

Il manager più vincente con la Rossa dell'era Schumacher, oggi presidente della Federazione internazionale dell'automobile, racconta il suo primo mezzo secolo nelle corse che festeggia proprio quest'anno

Parla il numero uno della Federazione

Anche Jean Todt promuove l'anti-Raikkonen

Alla Fia Sport Conference al Lingotto di Torino, il presidente ha parlato anche di F1: «Fanno bene al campionato le prestazioni di Sergio Perez». Ovvero il favorito per prendere il posto di Kimi alla Ferrari...

La versione di Flavio

Briatore shock: «Ferrari lasci l'Italia. E Schumi...»

L'ex manager pluri-iridato di Benetton e Renault torna a parlare di Formula 1. E le sue parole, come sempre, fanno discutere: «Sergio Marchionne ha fatto troppi proclami. E la Rossa deve aprire una sede in Inghilterra»

I piani futuri della Rossa

La Ferrari ruba il boss tecnico alla Mercedes?

Se non dovesse convincere Ross Brawn, il presidente Sergio Marchionne punta a riportare a Maranello un altro grande ex direttore tecnico: Aldo Costa, oggi ingegnere capo delle frecce d'argento. E a promuovere l'attuale dt Allison.

Un secolo di automobilismo

Al via la Targa Florio del centenario: la corsa più antica

È partita il 6 maggio alle 20 da piazza Verdi a Palermo la gara che vede al via bolidi di ogni epoca: ad accendere idealmente il semaforo verde il presidente della Fia Jean Todt e quello dell'Aci Angelo Sticchi Damiani

Pasticcio regolamentare

Dietrofront, la F1 torna alle vecchie qualifiche

Il flop del nuovo format convince anche la Federazione internazionale a fare marcia indietro, dopo la richiesta unanime giunta dai piloti e dalle scuderie: in Cina si tornerà al format in vigore fino al 2015

Meeting decisivo (forse)

Domani arriva la soluzione per le nuove qualifiche?

Direttamente in pista in Bahrein si terrà la nuova riunione della commissione F1, che cerca disperatamente di mettere una pezza al caos regolamentare. Il presidente Todt: «Sono arrivato qui proprio per discuterne»

Parole choc del francese

Jean Todt, l'ex boss Ferrari ora difende la Mercedes

Incredibile presa di posizione dell'ex idolo dei ferraristi, oggi presidente della Federazione: «Non c'è niente di male se le frecce d'argento dominano incontrastate: piuttosto, sono gli altri che dovrebbero migliorare».

La scelta di non scegliere

Le case battono Ecclestone. E la F1 non cambia

Dal 2018 nel Mondiale arriverà il motore low cost per i piccoli team. Ma i regolamenti tecnici rimarranno stabili per altri cinque anni, al contrario di quanto avevano proposto i boss del campionato. Nonostante la crisi economica e di spettacolo