24 maggio 2019
Aggiornato 07:00
Maxi aumento e M&B

Unicredit corre in Borsa, all'orizzonte c'è la fusione con SocGen?

Il titolo di Unicredit è sulle montagne russe a Piazza Affari in seguito ai rumors che raccontano di una possibile fusione con Société Générale. Sullo sfondo si profila anche un maxi aumento di capitale da 13 miliardi di euro

Draghi e il QE

Bce, chi guadagna davvero con il QE di Mario Draghi?

Da diciotto mesi la BCE crea denaro dal nulla con manovre espansive, ma la ripresa è ancora un miraggio. Nell'Eurozona il monte dei crediti alle imprese è diminuito di 130 miliardi di euro. Chi guadagna davvero dalle politiche di Mario Draghi?

no cash

Mobile payment, a che punto siamo in Italia?

Il consorzio Movincom ha realizzato un’indagine interpellando gli utenti di Bemoov, il circuito di mobile payment realizzato dallo stesso consorzio torinese nel 2010 con oltre 100mila attualmente iscritti

Prestiti alle aziende giù di 20 miliardi

Crescono senza sosta le sofferenze nelle banche

Negli ultimi 12 mesi, da luglio 2014 a luglio 2015, sono cresciute del 16% arrivando a superare i 197 miliardi di euro, in aumento di oltre 30 miliardi. Questi i dati principali del rapporto mensile sul credito del Centro studi di Unimpresa.

Bisogna ridurre le sofferenze delle banche

Bankitalia: «Serve una bad bank»

Una bad bank per le sofferenze delle banche italiane può portare "importanti effetti positivi" per l'economia nazionale. Lo sostiene la Banca d'Italia nel rapporto sulla stabilità finanziaria. Può riavviare il mercato del credito e favorire la ripresa degli investimenti.

L'occupazione si è stabilizzata e potrebbe tornare a crescere

Bankitalia: «Segnali di ripresa, ma servono le riforme»

"Anche se i miglioramenti devono ancora consolidarsi, sia nell'area dell'euro sia in Italia, in connessione con l'annuncio e l'avvio del programma di acquisto di titoli dell'Eurosistema, si sono intensificati i segnali di ripresa. Nel nostro Paese l'occupazione si è stabilizzata e nel corso dell'anno potrebbe tornare a crescere", sostiene Luigi Federico Signorini.

Bisogna agire sul mercato del credito

Fmi: "Attenzione ai bilanci delle banche: 900 mld di prestiti incagliati in Ue"

Servono regole più rigorose su fallimenti e prestiti deteriorati. Bene il QE, ma da solo non può bastare. Il Fondo mette in guardia l'Eurozona sull'esposizione di 900 miliardi di prestiti incagliati: 600 di essi sono ripartiti tra Italia, Grecia, Cipro, Irlanda, Spagna e Portogallo.

Parte giovedì 12 il QE della BCE

Il bazooka di Draghi è pronto a sparare

La BCE ha annunciato di aver avviato come previsto il maxi piano di acquisti di titoli di Stato, in coordinamento con le banche centrali nazionali dell'Unione valutaria. La data di avvio degli acquisti era stata preannunciata dal presidente Mario Draghi nella conferenza stampa a seguito dell'ultimo Consiglio direttivo: giovedì 12 marzo.

La crisi del credito in Italia

Crollano i prestiti alle imprese

Secondo i dati di Bankitalia il calo, su base annua, è del 3,9 per cento (-3,1 per cento a giugno). I prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,8 per cento sui dodici mesi come nel mese precedente.

Osservatorio Nazionale Federconsumatori

Crisi anche per il credito al consumo: -5%

L'indebitamento, pari nel 2009 a 4.618 euro a famiglia e 1.910 euro ad individuo, registrerà quindi nel 2012 una diminuzione complessiva del 7% dal 2009 (anno di inversione di tendenza del credito al consumo) attestandosi a 4.280 euro a famiglia e 1.783 euro ad individuo

Mercato del credito

Compass entra nel «mobile»

La società di credito al consumo lancia il sito per smartphone

Ora è possibile recedere dal contratto entro 14gg

Finalmente la nuova legge sul credito al consumo

Adiconsum: «Varare con urgenza la legge sul sovraindebitamento visto il preoccupante indebitamento delle famiglie italiane»

Osservatorio Assofin - CRIF - Prometeia

Credito alle famiglie in riduzione nel 2009

Battuta d’arresto per le erogazioni di credito al consumo nel corso del 2009 (-11,2%) e nel 1° trimestre 2010 (-4,9%)

Credito al consumo

Partnership Compass e Credito Valtellinese

La distribuzione di prestiti personali e segnalazione esercizi si effettuerà attraverso le oltre 500 filiali del Gruppo Creval

Mercato italiano del credito al consumo

La Commissione approva l'impresa comune tra Sofinco e il Banco Popolare

La Commissione europea ha autorizzato, conformemente al regolamento UE sulle concentrazioni, la proposta di concentrazione delle società italiane Ducato e Agos in una nuova impresa comune che sarà controllata congiuntamente da Sofinco (Francia) e dal Banco Popolare (Italia)