16 settembre 2019
Aggiornato 08:30
Sfondata la maggioranza assoluta

Con Cameron, vincono l'«Europa-forse» e l'immigrazione «moderata»

Dovevano essere le elezioni più incerte della storia britannica; invece, il primo ministro uscente David Cameron ha sfondato la maggioranza assoluta. Una conferma basata sì sui dati economici, ma anche su un programma preciso: un referendum per decidere la permanenza nell'Ue, e una strategia molto prudente sull'immigrazione.

Un risultato insperato

Tories, maggioranza sfondata per cinque deputati

Al termine dello spoglio il premier britannico uscente David Cameron si ritrova con una maggioranza assoluta insperata alla vigilia, in cui tutti i sondaggi indicavano un testa a testa con i laburisti, seppur difficile da tradurre in seggi dato il meccanismo elettorale maggioritario che privilegia la disitribuzione del voto più che le pecentuali assolute.

Dopo il trionfo di Cameron

Farage, Clegg e Miliband: avversari sconfitti dimissionari

Dopo i risultati delle elezioni, sul trionfo di Cameron si rovesciano a pioggia gli annunci delle dimissioni degli avversari: Nigel Farage, leader di estrema destra, il laburista Miliband e il liberaldemocratico Nick Clegg

Chiuderanno alle 23 italiane

Iniziate le danze ai seggi britannici

rne aperte nel Regno Unito per le elezioni legislative, il cui esito si preannuncia tra i più incerti della storia del Regno Unito, facendo paventare lo spettro dell'ingovernabilità.

La più lunga della storia politica del Regno: 37 giorni

La campagna elettorale britannica in cifre

Gli elettori britannici stanno per eleggere i loro deputati per un mandato di cinque anni. Ecco alcuni numeri della campagna elettorale più indecisa della storia.

Cameron, Miliband e Clegg impegnati a convincere indecisi

Gb, le ultime ore per giocarsi gli indecisi

Ultimo giorno di febbrile campagna per i leader dei principali partiti britannici per le legislative di domani, il cui esito si preannuncia tra i più incerti della storia del Regno Unito, facendo paventare lo spettro dell'ingovernabilità.

Una delle prospettive più probabili

Le elezioni britanniche più incerte della storia

Che cosa accadrà nel caso in cui, come probabilmente avverrà, le elezioni britanniche non avranno vincitori certi? Lo scrutinio elettorale sarà tra i più incerti mai visti, scenario evitabile solo se Labour o Tories, i due maggiori partiti, otterranno la maggioranza assoluta del 650 seggi di Westminster in palio.

Oggi l'ultimo confronto tv

Le elezioni del testa a testa

Ultima sfida in tv in vista delle elezioni legislative del 7 maggio nel Regno Unito. Il Premier uscente conservatore David Cameron, il capo del principale partito d'opposizione, il laburista Ed Miliband e il leader liberal democratico Nick Clegg affilano le armi per lo Special Question Time su Bbc One nel quale risponderanno separatamente alle domande poste dal pubblico in sala.

Regno Unito

Londra vuole limitare l'immigrazione «europea»

E' quanto sosterrà oggi il vicepremier britannico, Nick Clegg, in un discorso che ha l'obiettivo di lanciare un dibattito cruciale sul controllo dell'immigrazione nel paese a nove mesi dalle elezioni generali: «Non chiudere la porta, ma regolare flussi con prudenza».

Studio: Società civile immobile

In Gran Bretagna se nasci povero resti povero

Il Vice premier Clegg: Dare a tutti la possibilità di crescere. Secondo l'indagine, un bambino su cinque usufruisce di pasti gratis a scuola, ma solo uno su cento riesce ad entrare a «Oxbridge», in una delle due prestigiose università britanniche, Oxford e Cambridge

Elezioni in Gran Bretagna

Clegg a colloquio con i fedelissimi

Il leader dei Lib Dems: «Siamo pronti a parlare, ma le nostre priorità sono insindacabili»

Gran Bretagna al voto

Nick Clegg: voglio diventare primo ministro

Intervista al «Times» del candidato Liberaldemocratico: «Ineludibile la riforma del sistema politico ed elettorale»

Secondo dibattito

Duello in TV, Clegg cerca la conferma

Domani sera il secondo dibattito fra i candidati. Il leader dei Lib-dem ha trascinato il partito - eterna terza forza - in testa nei sondaggi