26 ottobre 2021
Aggiornato 20:30
La Gran Bretagna ha votato

Clegg: i Tories hanno diritto di formare il governo

Il leader dei Lib-Dem: «Operare nell'interesse nazionale»

LONDRA - Il Partito Conservatore, in quanto formazione che ha conquistato la maggioranza relativa dei seggi e la maggior percentuale del voto popolare, ha il diritto di formare il nuovo governo britannico: lo ha dichiarato il leader dei Liberal-Democratici, Nick Clegg, il cui partito ha ottenuto un risultato assai inferiore a quello previsto.

INTERESSE NAZIONALE - Clegg, giunto al quartier generale del suo partito, ha invitato i dirigenti politici a operare «nell'interesse nazionale», aprendo apparentemente la strada ad un accordo con i Tories di David Cameron; tuttavia, a dividere i due partiti rimane la riforma elettorale in senso proporzionale voluta dai Lib-Dem, appoggiata invece dai laburisti del premier uscente Gordon Brown.
Brown ha però espresso l'intenzione di cercare di varare un governo di coalizione, e d'altronde la prassi gli concede il primo tentativo; ma con un rifiuto dei Lib-Dem non vi sarebbero i numeri per poter reggere in Parlamento, anche perché con i risultati attuali (con una trentina di seggi ancora da assegnare) sembra improbabile che una coalizione Lib-Lab possa raggiungere la maggioranza assoluta.