22 aprile 2024
Aggiornato 14:30
Europee 2014

Meloni a Napolitano: meglio populisti che servi

Duro il commento del Presidente di Fratelli d'Italia: «Troviamo assolutamente fuori luogo l'intervento del Presidente della Repubblica a sostegno dell'attuale status quo europeo e il tentativo di demonizzare i movimenti euro critici». La difesa di Renzi: «Napolitano andrebbe solo ringraziato».

La decisione dell'esercito

Thailandia sotto la legge marziale

Dopo mesi di crisi politica e manifestazioni antigovernative che hanno fatto almeno 28 morti e centinaia di feriti. La decisione mira a «restaurare la pace e l'ordine pubblico» e non rappresenta «un colpo di Stato». Washington: «Deve essere una fase temporanea»

Rapporti internazionali

Napolitano: «L'Italia attraversa una fase complessa e cruciale»

Il presidente della Repubblica di fronte al Consiglio Federale Svizzero: «Al centro di un'Europa che solo ora inizia a mostrare ancora troppi timidi segnali di ripresa dopo sei anni di crisi economica, attraversata da pulsioni e populismi che mettono in discussione struttura e obiettivi della costruzione comune, il peculiare esempio elvetico continua a proporsi con evidenza»

Relazioni internzaionali

100 milioni: a Kiev pochi spiccioli dall'Unione Europea

La Commissione europea ha versato la prima tranche dell'aiuto finanziario promesso all'Ucraina, alle prese con grosse difficoltà economiche. L'esborso di altri 500 milioni di euro «è atteso nelle prossime settimane, una volta sistemate le procedure legali», ha precisato un comunicato. L'Unione si era impegnata a concretizzare in tempi brevi un finanziamento di 1,6 miliardi di euro

Piano casa

Il dl casa è legge

Con 277 sì e 92 no la Camera ha approvato in via definitiva, in seconda lettura, il decreto legge con misure urgenti per l'emergenza abitativa, il mercato delle costruzioni e l'Expo 2015. Tra le principali novità, il bonus mobili svincolato dalle spese sostenute per la ristrutturazione, i 25 milioni per l'Expo e il piano di recupero di alloggi Iacp, Ater e comuni

Fisco & Casa

Tasi, prorogata a settembre la prima rata per i Comuni in ritardo con la delibera

La scadenza della prima rata a giugno resta fissata al 16 giugno per gli altri Comuni. Ieri infatti la Uil aveva fatto sapere che a «pochi giorni alla scadenza della pubblicazione sul sito del ministero dell'Economia (come prescritto dal decreto salva Roma), a tutt'oggi, sono soltanto 832 i municipi che hanno deliberato le aliquote di cui però soltanto 514 hanno reso nota la propria decisione»