30 marzo 2020
Aggiornato 13:00
Musica

Giovedì Aznavour festeggia 90 anni, ovviamente sul palco

La settimana scorsa Aznavour era a Erevan, dove ha cantato davanti al presidente armeno Serge Sarkissian e al suo omologo François Hollande: «Per il concerto d'addio dà appuntamento tra 10 anni».

PARIGI - Ha cantato per tutta la vita e adesso che compie 90 anni trova naturalissimo festeggiarli cantando. Charles Aznavour compie gli anni giovedì 22 e per l'occasione dà il via a un nuovo tour che apre i battenti a Berlino per proseguire durante l'estate a Francoforte, Londra, Varsavia, Barcellona e Roma, e nell'autunno a Mosca e Anversa.

Ma Aznavour non bada troppo alle ricorrenze. «Le feste di compleanno - dice con ironia - sono una cosa per diciottenni. Quando fai 89 o 90 anni che differenza c'è? Per me è lo stesso: la sala da concerto era libera e io ho detto sì senza stare a pensare a compleanni o a cose del genere».

In ogni caso Aznavour non sembra intenzionato a campare sugli allori dei suoi vecchi successi. L'ultimo disco di pezzi originali, «Toujours», risale soltanto al 2011 e ancora adesso Aznavour continua a scrivere come un forsennato. «Scrivo ogni giorno, spesso una canzone al giorno».

Nato da genitori armeni (il suo nome completo è Aznavourian), il cantante continua anche a seguire le vicende politiche mondiali. Ambasciatore d'Armenia in Svizzera e rappresentante di Erevan presso l'Onu e l'Unesco, recentemente Aznavour ha reagito alle parole del premier turco Erdogan sulla strage degli armeni nel 1015. Se Erdogan aveva espresso il suo «cordoglio» per i bambini armeni uccisi, per Aznavour queste frasi restano insufficienti: «Erdogan continua a non riconoscere il genocidio; la sue dichirazioni non sono un'ammissione di colpa e ancora meno un modo per scusarsi. E' una mossa tattica: Erdogan vuole soltanto mostrarsi come un uomo politico aperto».

La settimana scorsa Aznavour era proprio a Erevan, dove ha cantato davanti al presidente armeno Serge Sarkissian e al suo omologo François Hollande. E proprio parlando alla folla in occasione di questo concerto nella patria dei suoi genitori Aznavour ha evocato per la prima volta la possibilità di un suo addio alle scene. Senza fretta, però; senza nessuna fretta: «Ho deciso la data. Sarà il 22 maggio 2014, quando farò 100 anni».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal